160 bottiglie di primitivo delle Tenute Chiaromonte per il personale Covid del Mulli

Shares

160 bottiglie di vino primitivo delle Tenute Chiaromonte sono state donate questa mattina al personale del reparto di Rianimazione e del Pronto soccorso dell’Ospedale Mulli di Acquaviva.

Un’azienda dal cuore grande la premiata Cantina “Tenute Chiaromonte” di Nicola Chiaromonte, attuale rappresentante dell’ultima generazione di una storica famiglia di vignaioli, che ha voluto esprimere così il suo ringraziamento per il grande lavoro svolto quotidianamente dagli operatori sanitari dell’ospedale acquavivese.

primitivo delle Tenute Chiaromonte per il personale Covid dell'Ospedale Mulli

160 bottiglie di primitivo delle Tenute Chiaromonte per il personale Covid dell’Ospedale Mulli

Un altro bel gesto di vicinanza e solidarietà nei confronti di chi è impegnato giorno e notte nella lotta al coronavirus e che nel giorno che precede la Pasqua assume un significato ancora più intenso.

Se c’è qualcuno che merita davvero di rilassarsi a Pasqua e a Pasquetta, in casa, con i propri cari, e con un bicchiere di buon vino, costoro sono i medici, gli infermieri e tutto il personale che ruota intorno al reparto di Rianimazione del Covid e al Pronto soccorsocommenta il sindaco di Acquaviva Davide CarlucciRingrazio dunque di cuore le Cantine Chiaromonte che hanno regalato 160 bottiglie del loro favoloso Primitivo, rigorosamente prodotto ad Acquaviva delle Fonti, a questi nostri coraggiosi e instancabili concittadini. A loro auguriamo davvero che possano vivere questi giorni di festa, almeno nei momenti in cui non saranno di turno, con la massima serenità.

 

 

Potrebbero interessarti anche...