8 maggio, Chiese aperte di Archeoclub d’Italia

Shares

archeoclub-chiese-aperteDomenica 8 maggio Archeoclub d’Italia darà il via alla manifestazione nazionale “Chiese aperte” giunta quest’anno alla sua ventiduesima edizione.
Le oltre duecento Sedi locali dell’Associazione, dal Nord al sud d’Italia, saranno impegnate a rendere fruibili, anche se per un solo giorno, i monumenti religiosi del proprio territorio, solitamente chiusi al pubblico. In ventidue anni l’associazione è riuscita a “illuminare” oltre 3.000 beni ecclesiastici, tra chiese, pievi rupestri, abbazie, conventi, cattedrali, cappelle e persino un monastero di clausura. Si tratta di un immenso patrimonio artistico cosiddetto minore, che rappresenta il talento di piccoli e grandi artisti e di artigiani esperti che, nei secoli, hanno reso grande e imperitura la forza espressiva della nostra religione evocata attraverso ricchi paliotti, statue votive, altari lignei, affreschi, dipinti, organi e arredi sacri di incommensurabile bellezza. L’apertura di questi monumenti, che per una serie di ragioni rimangono blindati per gran parte dell’anno – non ultima la mancanza di personale disponibile ad aprirli e il degrado in cui molti di essi versano – consente di “accendere i riflettori”, anche se per un attimo, su splendidi beni culturali che meriterebbero un futuro, ma anche un presente, migliore.

Anche l’Archeoclub Sante Zirioni di Acquaviva domenica 8 maggio aderisce alla XXII edizione della manifestazione nazionale “Chiese Aperte” promossa per valorizzare monumenti religiosi solitamente chiusi al pubblico. Le guide vi aspettano nelle chiese del centro storico S.Chiara, S.Angelo, S.Rocco, S. Maria, Immacolata e Addolorata, dalle ore 18 alle ore 21.

Potrebbero interessarti anche...

Shares