Abbandono Rifiuti: 86 inquinatori individuati in 5 mesi

Shares

Continua l’attività di verifica e controllo finalizzata alla riduzione dell’abbandono dei rifiuti.

Attività questa che attraverso un silente lavoro di squadra tra Polizia Municipale, Operatori Ecologici, Ufficio Ambiente e Assessori sta portando a risultati inattesi.

Abbandono Rifiuti

Abbandono Rifiuti: 86 inquinatori individuati in 5 mesi

Nel periodo Marzo – Luglio 2019 siamo riusciti a:

1) Individuare 86 responsabili di abbandono rifiuti sanzionandone ben 55;

2) Incrementare la proattività da parte del cittadino che denunciano tale reato.

Tale lavoro di squadra è anche ben coordinato con la città metropolitana e i carabinieri forestali, che stanno presidiando il territorio nella cinghia extra urbana, come circonvallazione e strade provinciali di collegamento con altri comuni.

In questo mese di ottobre, il controllo massimo è sulla strada provinciale che collega Acquaviva delle Fonti con Sannicandro, assediata da abbandoni di ogni genere.

Nel primo tratto, da qualche giorno è stata posizionata una videocamera che servirà a porre rimedio all’inciviltà, ormai consolidata, di molti che si sono convinti che quell’area è una discarica autorizzata.

Così come la videocamera della città metropolitana posizionata tra la ex 167 e la circonvallazione che ha messo fine all’abbandono continuo dei rifiuti sanzionando per ben tre volte lo stesso cittadino che invece di esporre i mastelli fuori casa ogni giorno secondo il calendario, pensava “bene” di abbandonarli in quel punto.

Nei controlli che si stanno effettuando, riscontriamo discariche a cielo aperto a seguito di lavori di ristrutturazione, cambi di stagione, pulizie straordinarie.

I cittadini, invece di conferire presso il centro comunale di raccolta, pensano che sia più facile abbandonarli in campagna sotto il ponte in Via Gioia piuttosto che sotto il ponte alla zona industriale e così via.

Ricordo a tutti i cittadini che è attivo:

1) il servizio di recupero ingombranti direttamente a casa, totalmente gratuito, semplicemente chiamando il numero verde 800195314;

2) il centro comunale di raccolta aperto tutti i giorni, dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore 14 e solo martedì dalle ore 10 alle ore 16.00, totalmente gratuito;

3) l’info Point, in Piazza Vittorio Emanuele II per richiedere qualsiasi informazione e dubbio in merito alla raccolta dei rifiuti, totalmente gratuito;

Per ripulire le campagne dagli abbandoni, invece, la Regione Puglia, la città metropolitana e il comune di Acquaviva sono costretti ad organizzare pulizie straordinarie a pagamento.

Soldi che potrebbero essere utilizzati sicuramente per erogare altri servizi.

La responsabilità sociale di ognuno di noi deve portarci a riflettere sempre di più sulle nostre abitudini quotidiane a pretendere il rispetto dell’ambiente, da tutti e da tutto, ad ogni costo.

Acquaviva delle Fonti, 28 ottobre 2019

Assessore all’Ambiente, Caporusso Venturina

Potrebbero interessarti anche...

Shares