Acquaviva: 1,8 milioni per realizzare 12 alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica al quartiere San Giuseppe

Shares

Altri 500 mila euro per un intervento di urbanizzazione primaria nel quartiere. Sono due i progetti del Comune di Acquaviva che hanno ottenuto il finanziamento della Regione. 

Il Comune di Acquaviva è risultato vincitore e beneficiario in entrambe le misure per le quali era candidato, ossia la nuova costruzione di 12 alloggi  NZEB (acronimo di Nearly Zero Energy Bulding) ad elevata efficienza energetica e la realizzazione di una strada di collegamento tra via della Repubblica e Via G. d’Annunzio, con le relative urbanizzazioni primarie. 

“Inutile esprimere l’enorme gioia in merito a tale risultato, che consolida l’idea di rigenerazione del quartiere San Giuseppe a cui l’Amministrazione Carlucci da sempre ha avuto particolarmente a cuore”. Ad affermarlo è l’Assessore all’Urbanistica Venturina Caporusso nel comunicato stampa diffuso dopo la pubblicazione degli esiti dei bandi di gara.

12 alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica al quartiere San Giuseppe

Acquaviva: 1,8 milioni per realizzare 12 alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica al quartiere San Giuseppe

Il comunicato stampa: 

La Regione Puglia, dipartimento mobilità, qualità urbana, opere pubbliche, ecologia e paesaggio, sezione politiche abitative, con determina nr. 164 e 165 del 15 aprile 2021, delibera in merito all’approvazione delle graduatorie relative al Bando di Edilizia Popolare a cui il comune di Acquaviva delle Fonti ha partecipato in data 3 Novembre 2020.

Nello specifico, il comune di Acquaviva ha partecipato a due avvisi pubblici:

1) Realizzazione di una strada di collegamento tra via delle Repubblica e Via G. d’Annunzio, con le relative urbanizzazioni primarie, così come previsto dal Piano di lottizzazione d’ufficio, al fine di migliorare le condizioni di viabilità a servizio delle palazzine già insediare nel quartiere San Giuseppe (ex 167). Importo richiesto 500.000 €;

2) Realizzazione di 12 edifici NZEB da destinare ad Edilizia Residenziale Pubblica, sulle aree di proprietà Comunale, ricomprese nel Piano di Lottizzazione d’ufficio. Importo richiesto 1.800.000 €. 

In merito alla prima linea di intervento, Acquaviva si è posizionata al 32mo posto in graduatoria su 58 comuni che hanno partecipato. L’importo concesso dalla Regione è esattamente quello richiesto dal Comune di Acquaviva, e cioè 500.000 €.

In merito alla seconda linea di intervento, Acquaviva si è posizionata al terzo posto su 9 comuni che hanno partecipato, prima di noi Brindisi e Monopoli.

L’importo attualmente concesso dalla Regione è di € 1.248.284,66, ma nella determina è riportato che la restante parte di € 551.000,00 verrà erogata attingendo alle risorse derivanti dai ribassi d’asta, da economie sui lavori, da eventuali revoche di assegnazione dei finanziamenti, oltre che da eventuali ulteriori fondi comunitari, statali o regionali che si renderanno disponibili.

Il prossimo passo è predisporre il progetto esecutivo necessario per la gara relativa all’affidamento dei lavori da effettuare.

Un grande grazie va alle instancabili persone che lavorano presso il nostro Ufficio Tecnico, guidate dall’Ing. Erminio D’Aries, per l’elevata sensibilità nei confronti di progettualità volte al miglioramento delle condizioni di vita e sociali dei nostri cittadini.

Inutile esprimere l’enorme gioia in merito a tale risultato, che consolida l’idea di rigenerazione del quartiere San Giuseppe a cui l’Amministrazione Carlucci da sempre ha avuto particolarmente a cuore.

Acquaviva delle Fonti, 26 Aprile, 2021

L’assessore all’urbanistica Caporusso Venturina

Potrebbero interessarti anche...