Acquaviva concede la cittadinanza onoraria ai bambini di origine straniera

Shares

Cittadinanza onoraria simbolica ai bambini di origine straniera nati in Italia e residenti ad Acquaviva. L’amministrazione Comunale sostiene il programma dell’UNICEF a tutela dei diritti dell’infanzia.

cittadinanza onoraria bambini stranieri

Nello scorso Consiglio Comunale tutti i Consiglieri, all’unanimità, hanno accolto la simbolica richiesta del presidente della sezione cittadina UNICEF, Giuseppe Solazzo, il quale ha proposto di assegnare la cittadinanza onoraria ai bambini di origine straniera nati in Italia e residenti ad Acquaviva delle Fonti.

Molto belle le parole della Consigliera Vavalle, a suggellare la decisione: “Amministrare significa fare cultura, attraverso gli atti insinuare nell’animo dei cittadini un modo differente di concepire la vita. Attraverso quest’atto il nostro desiderio è affermare il diritto alla dignità e all’uguaglianza perché nessuno si senta straniero nella città in cui vive da sempre”.

cittadinanza onoraria ai bambini di origine straniera

A rinforzo si esprime anche il Consigliere Di Vietri: “Il modello mediteraneo di accoglienza è il modello che si è sempre contraddistinto per non creare ghetti ma condivisione e scambio arricchendo tutti i soggetti che partecipano a questo scambio. Noi abbiamo la fortuna di vivere in una delle regioni d’Italia, la Puglia, tra le più accoglienti al mondo”.

In attesa che anche a livello nazionale il Parlamento voglia sbloccare le decisioni in tal senso, l’Amministrazione Comunale di Acquaviva ha ritenuto opportuno e doveroso dare alla detta organizzazione internazionale, con il conferimento della cittadinanza onoraria ai bambini di origine straniera, nati in Italia e residenti nella nostra cittadina, un primo segno tangibile di apprezzamento e sostegno alla meritoria opera quotidianamente svolta dai tanti volontari UNICEF nel mondo in favore dell’infanzia.
 

E’ in questo modo che il nostro Comune ha voluto sostenere la campagna UNICEF  “Io come tu, mai nemici per la pelle” finalizzata all’affermazione dell’uguaglianza dei diritti e all’eliminazione delle discriminazioni per tutti i bambini e adolescenti di origine straniera che vivono, studiano e crescono in Italia.

Potrebbero interessarti anche...

Shares