Acquaviva, oltre 100 nuovi alberi “mangia smog” sull’Estramurale e Piazza Kennedy

Shares

Più di cento alberi “mangia smog” daranno un nuovo volto all’Estramurale e Piazza Kennedy, grazie al progetto di riqualificazione “Nuovo arredo urbano a Piazza Kennedy e nell’Estramurale” da 1,8 milioni di euro.

Si tratta delle Roverelle, alberi autoctoni, ben adatti all’ambiente di Acquaviva delle Fonti ed in grado di filtrare gli inquinanti.

La scelta degli alberi ha infatti tenuto conto delle linee guida sulla messa a dimora di specifiche specie arboree per l’assorbimento di biossido di azoto, particolato fine e ozono. Le Roverella è specie adattabile e longeva. Ha una efficace funzione fonoassorbente e un basso grado di allergenicità del polline.

I primi esemplari sono stati piantati già ieri mattina, ma le Roverelle da impiantare sono 55 sul lato centro storico, 49 sull’altro lato e almeno 10 su Piazza Kennedy, per un totale di 114 alberi.

alberi "mangia-smog" sull'Estramurale e Piazza Kennedy

Acquaviva, oltre 100 nuovi alberi “mangia-smog” sull’Estramurale e Piazza Kennedy

Le piante che saranno messe a dimora sono già alte e avranno bisogno solo di un pò di tempo per ambientarsi e per cacciare le prime foglie, ma diventeranno ben presto forti e rigogliose.

Una nuova vegetazione sana e “nostrana” al posto di alberi malati con scarso ricambio di ossigeno: è quel che suggeriscono le linee guida del Ministero dell’Ambiente e, per Acquaviva, lo hanno prescritto anche la Soprintendenza e un fitopatologo dell’Università di Bari, il professor Giovanni Luigi Bruno, in una relazione dello scorso mese di luglio.

La Roverella, infatti, è una delle querce maggiormente diffuse nel nostro paese ed è tanto comune entro i nostri confini che in molte regioni è chiamata in italiano o nel dialetto locale semplicemente “quercia”.

La Roverella ha un aspetto maestoso, è alta e vigorosa, con una chioma ampia e una corteccia di colore grigio. Il suo legno è piuttosto duro e resistente. Per quanto riguarda il suo valore ornamentale, la Roverella è amata in particolare per il suo fogliame dal bel verde lucido e per lo spettacolo offerto dagli intricati rami che si intrecciano dando vita a graziosi arabeschi. Per questo è particolarmente apprezzata una Roverella cresciuta, maestosa, in esemplare isolato o affiancata da pochi altri alberi, in modo che possa risaltare nella sua poderosa struttura.

Piazza Kennedy e l’Estramurale saranno riqualificate e “mitigate” con l’inserimento di questi nuovi alberi, per i quali sarà resa permeabile una parte della pavimentazione, il che contribuirà a migliorare le condizioni ambientali. Inoltre, il sistema drenante per il benessere delle piante messe a dimora garantirà anche una migliore vivibilità.

I lavori di restauro, oltre alla sistemazione delle aree a verde di P.zza Kennedy e dell’Estramurale, prevedono anche nuovi tronchi di rete idrica e fognante, l’ampliamento della rete di pubblica di illuminazione e la riqualificazione della viabilità nel Centro Storico.

Un progetto di riqualificazione ambientale che darà un nuovo volto ad Acquaviva, migliorando non solo l’aspetto estetico ma anche la qualità dell’aria nella zona, filtrando gli inquinanti.

L’opera risolverà, inoltre, il problema di ristagno temporaneo delle acque meteoriche lungo l’asse viario dell’estramurale Pozzo Zuccaro e in Piazza Kennedy che, nonostante diversi interventi sul sistema di raccolta delle acque bianche realizzati nel tempo, continua a presentare pesanti allagamenti in corrispondenza di precipitazione particolarmente copiose.

Per liberare la superficie dal ristagno d’acqua sarà realizzata in Piazza Kennedy una cisterna interrata, ovvero una vasca detta di laminazione, che permetterà di accumulare temporaneamente le acque di “piena” per poi rilasciarle lentamente nel tempo re-immettendole nelle tubazioni esistenti di fogna bianca che non sono in grado di smaltire le abbondanti precipitazioni, a causa della portata insufficiente.

Potrebbero interessarti anche...

Shares