Acquaviva, spesa in ordine alfabetico: ecco cosa devono fare cittadini e commercianti

Shares

Il sindaco di Acquaviva Davide Carlucci ha deciso che fino al 13 aprile sarà possibile recarsi al supermercato solo in ordine alfabetico due volte a settimana per nucleo familiare.

Con un comunicato stampa diffuso oggi, si chiariscono i comportamenti che cittadini e commercianti devono assumere per rispettare la nuova disposizione ed evitare di incorrere in sanzioni.

  • Insieme a farmacie e parafarmacie sono esclusi dalle giornate di turnazione anche tabaccai ed edicole dove ci si può recare tutti i giorni. 
  • I portatori di handicap e i loro accompagnatori sono esenti da questa decisione.
  • Inoltre, è possibile chiedere una deroga per casi eccezionali legati a turni di lavoro o altre situazioni di estrema necessità previa comunicazione alla Polizia Locale: pm@comune.acquaviva.ba.it
  • Si precisa inoltre che l’ordine di arrivo al supermercato determinerà l’ordine di ingresso dei clienti; qualora arrivi un cliente con la lettera iniziale del cognome precedente alla propria, questo è ininfluente ai fini dell’ordine di ingresso.
  • I commercianti NON dovranno verificare il cognome di ogni cliente, a questo ci penseranno le Forze dell’Ordine nel corso delle attività di controllo.
  • Di seguito, il comunicato stampa del Comune.

Ieri sera è stata pubblicata l’Ordinanza Sindacale con cui si regolamenta l’uscita per l’approvvigionamento per la spesa dividendo in ordine alfabetico i nuclei familiari e evitare assembramenti.

Fino alla data del 13 Aprile 2020 (tenendo conto che domenica 12 e lunedì 13 è stato chiesto ai supermercati di essere chiusi) l’accesso presso tutti gli esercizi commerciali di cui all’allegato 1 del DPCM 11.03.2020, ricadenti nel territorio comunale, ad eccezione delle farmacie e parafarmacie, tabaccai, ed edicole dovrà avvenire esclusivamente mediante il seguente ordine alfabetico secondo le iniziali del proprio cognome:

  • Lunedi /Giovedì dalla lettera A alla lettera F
  • Martedì/Venerdì dalla lettera G alla lettera O
  • Mercoledì/Sabato dalla lettera P alla lettera Z

Si chiarisce pertanto che la TURNAZIONE ALFABETICA avviene secondo le iniziali del proprio cognome.

Si intende che ogni nucleo familiare può effettuare la spesa 2 volte la settimana utilizzando la lettera del cognome del marito o della moglie, ma non entrambe.

Non è consentito utilizzare più di una lettera all’interno dello stesso nucleo familiare così come chiarito al punto 1 dell’Ordinanza Sindacale n. 42 del 6.04.2020.

Si potrà uscire muniti di autocertificazione secondo il modello disponibile qui e allegato all’ordinanza sindacale n. 42 del 6.04.2020, con l’avvertimento che in caso di controlli dai quali emergano dichiarazioni mendaci si procederà all’applicazione delle sanzioni previste per legge.

Insieme a “farmacie e parafarmacie” sono esclusi quindi dalle giornate di turnazione anche tabaccai ed edicole dove ci si può recare tutti i giorni (rispettando le norme di sicurezza ed evitando comunque di andarci se non è strettamente necessario);

I titolari degli esercizi commerciali devono vigilare affinché sia all’interno che all’esterno non si verifichi nessun assembramento e deve essere sempre garantita la distanza minima di almeno un metro tra le persone, inoltre all’esterno non devono esserci più di nr. 5 persone in attesa di entrare all’interno dello stesso garantendo sempre la distanza di almeno un metro. 

Le persone che devono necessariamente uscire dalle proprie abitazioni devono indossare maschere protettive, al fine di evitare eventuali forme di contagio da parte di persone asintomatiche.

In caso di difficoltà nel reperimento di tali dispositivi è utile coprire la bocca e il naso con garza sterile o tramite mascherine artigianali realizzate con tessuto e garza sterile.

Potrebbero interessarti anche...

Shares