Acquavivese arrestato per atti persecutori

Shares

carabinieriDa anni aveva riempito il paese di scritte e minacce pesanti nei confronti di vigili urbani, amministratori, carabinieri, sacerdoti, semplici cittadini, anche danneggiando luoghi pubblici e macchiandosi di altri gravi reati. Così oggi i Carabinieri hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Bari, nei confronti di un 65enne acquavivese, Giovanni L., ritenuto responsabile del reato di atti persecutori (stalking) posto nei confronti di numerose persone con reiterate minacce e molestie.

L’Autorità Giudiziaria, ravvisando la pericolosità del soggetto, ha disposto la misura cautelare in attesa dei successivi sviluppi processuali. L’uomo è stato tradotto presso l’abitazione di residenza e sottoposto agli arresti domiciliari. Lo “stalker” rischia la reclusione da sei mesi a quattro anni.

Potrebbero interessarti anche...