Al Miulli di Acquaviva pizze donate a medici e infermieri

Shares

Ieri sera la pizzeria “Il Principe” di Acquaviva delle Fonti ha fatto arrivare sessanta pizze a medici, infermieri e personale sanitario dell’ospedale Miulli, impegnato nella struttura allestita per l’emergenza Coronavirus.

Al Miulli di Acquaviva pizze donate a medici e infermieri

Al Miulli di Acquaviva pizze donate a medici e infermieri

“Sono cose che fanno tanto piacere – ha spiegato Vito Abrusci delegato Confcommercio Acquaviva – in questo momento certi gesti fanno sentire la comunità vicina a chi lavora incessantemente, rinunciando agli affetti più cari. Voglio ringraziare tutte le attività commerciali che si stanno dedicando con grande spirito di servizio verso la comunità acquavivese in questo periodo di grande preoccupazione e difficoltà, mettendo a rischio la propria incolumità visto il pericolo di contagio da coronavirus durante le consegne a casa della spesa ben oltre gli orari di lavoro.”

“Con noi c’erano –racconta Carmine Tinella titolare della pizzeria e dirigente FIPE Confcommercioanche il sindaco Davide Carlucci e Vito Abrusci della Confcommercio, che hanno voluto partecipare a questo momento solidale, le pizze le abbiamo consegnate alle 20 circa per dare un momento di respiro a tutto il personale e distrarre la mente dallo stress del lavoro, le abbiamo lasciate e sono state portate nei diversi reparti.”

“Carmine Tinella è un “Principe” anche in queste occasioni – commenta il sindaco Davide CarlucciQui mentre dona, insieme al fratello Tommaso, più di sessanta pizze calde a tutto il personale Covid dell’ospedale Miulli. Grazie a Confcommercio e a Vito Abrusci per il supporto. Continuiamo a far sentire il nostro calore alle donne e agli uomini in prima linea contro il coronavirus”.

Potrebbero interessarti anche...