Aldo Moro, parte la riqualificazione con il “Cantiere Scuola”: all’opera 8 giovani disoccupati

Shares

Sono partiti i lavori previsti nel progetto di riqualificazione dell’area antistante la scuola elementare Aldo Moro su via Mons. Laera.

Il progetto ha la finalità di recuperare e riqualificare il piazzale anteriore della scuola consentendo alla popolazione scolastica di vivere anche lo spazio esterno dell’edificio.

Scuola A. Moro: al via i lavori per la riqualificazione, all'opera 8 giovani disoccupati

Scuola A. Moro: al via i lavori per la riqualificazione, all’opera 8 giovani disoccupati

Un campo multisport a servizio della scuola

In questa zona, oltre al rifacimento della pavimentazione che sarà realizzata in masselli autobloccanti, adottati per drenare la pioggia altrimenti ristagnante sull’asfalto, è anche prevista la realizzazione di un campo multisport, a servizio sia della scuole d’infanzia sia della scuola primaria, spazio da poter utilizzare in alternativa alla palestra interna nei periodi stagionalmente più gradevoli.

In maniera pressoché simmetrica rispetto all’ingresso principale dell’edifico scolastico, è prevista un’ulteriore zona rifinita con asfalto disegnato e colorato ed attrezzata con tavoli da esterno per poter consentire lo svolgimento di attività laboratoriali all’aperto.

Un elemento critico è rappresentato dalla presenza di  alberi ad alto fusto, le cui radici sono responsabili del degrado della pavimentazione del piazzale

Gli alberi di alto fusto esistenti nel piazzale si sono rivelati inadeguati, sia perché piantati in posizione innaturale, a ridosso del muro perimetrale dell’edificio, sia perché il loro apparato radicale, nel corso degli anni, ha gravemente deformato la superficie dell’intera area esterna di accesso alla scuola, finendo addirittura per infiltrarsi nel substrato e raggiungere anche immobili confinanti, determinando evidenti dissesti planimetrici e cagionando autentiche lesioni.

Per questa ragione, purtroppo, il progetto prevede il doloroso abbattimento dei vecchi alberi, considerato tuttavia un male necessario, visto che quel tipo di piante mai avrebbe dovuto essere piantato in un piazzale scolastico e in quella posizione.

Alla rimozione dei vecchi alberi nella porzione di piazzale oggetto di intervento seguirà il reimpianto di specie arbustive e siepi sempreverdi meno invasive

E’ importante sottolineare che, per la tipologia delle opere previste, nella zona di intervento, dopo i lavori, non sarà consentito il transito e la sosta di autovetture e mezzi e, pertanto l’intero piazzale anteriore rimarrà esclusivamente pedonale.

La soluzione è a costo zero per l’amministrazione comunale

Grazie al protocollo d’intesa sottoscritto tra Formedil – Bari, Comune di Acquaviva e Istituto ‘Caporizzi – Lucarelli’ per l’avvio dell’intervento, realizzato nella modalità formativa del ‘Cantiere Scuola’, otto giovani disoccupati di Acquaviva avranno l’opportunità di imparare il mestiere di operatore edile lavorando alla riqualificazione dell’area esterna dell’edificio scolastico ‘Aldo Moro’.

L’iniziativa rientra nell’ambito della politica di inclusione sociale e di collaborazione tra istituzioni e parti sociali per l’avvio di una sperimentazione finalizzata alla realizzazione dei “cantieri di cittadinanza”, con particolare riferimento a “progetti formativi mirati al recupero/ristrutturazione di edifici e/o di manufatti appartenenti al demanio pubblico”.

Quindi si aggiunge alla riqualificazione architettonico-funzionale, il secondo valore positivo della formazione lavoro di giovani operai locali.

I lavori dureranno circa due mesi e, con l’inizio delle lezioni, la riqualificazione dovrebbe essere ultimata.

Potrebbero interessarti anche...

Shares