Arresto per resistenza a pubblico ufficiale ad Acquaviva

Shares

“Un abuso di potere, una vergogna”. “Qualcuno ha filmato”. La notizia si è diffusa così, ieri sera, su facebook.

Dopo qualche ora il video dell’accaduto è diventato virale, presentato da alcuni utenti del social network come il filmato che proverebbe l’aggressione dei carabinieri nei confronti di un giovane acquavivese.

I video in realtà sono due, e in entrambi si ascoltano urla e imprecazioni, ma non si distinguono bene le voci né i protagonisti.

Non si riesce, insomma, a ricostruire bene la dinamica, anche perché il tutto è avvenuto in un tratto poco illuminato della città.

Non se ne può dedurre, dunque che si sia stato un “pestaggio”, come qualcuno ha scritto.

Arresto per resistenza a pubblico ufficiale ad Acquaviva - primo video -
Arresto per resistenza a pubblico ufficiale Acquaviva 21 04 2020 primo


Arresto per resistenza a pubblico ufficiale ad Acquaviva - secondo video -
Arresto per resistenza a pubblico ufficiale Acquaviva 21 04 2020 secondo

A quanto Acquaviva Partecipa è riuscita ad apprendere, si è trattato di un arresto per resistenza a pubblico ufficiale avvenuto nel corso di un controllo al quale il cittadino – già sanzionato dieci giorni fa per essersi allontanato da Acquaviva, non rispettando così le norme anticontagio imposte dal governo – si sarebbe sottratto.

Secondo la versione riportata dagli amici, i militari dell’Arma avrebbero usato le maniere forti nel tentativo di convincere la persona a seguirli in caserma.

Nel processo per direttissima che ne è seguito stamattina, tuttavia, l’arrestato avrebbe ammesso le sue responsabilità davanti al giudice, sostenendo di essere andato in panico e di essersi gettato per terra, dando in escandescenze per richiamare l’attenzione.

L’arresto è stato convalidato. Visti però i “segni di resipiscenza” dimostrati dall’imputato, non è stata applicata alcuna misura cautelare.

Lo stesso imputato ha detto di essere disponibile a mettersi a disposizione dei servizi sociali del Comune per riparare alla condotta posta in essere.

Potrebbero interessarti anche...