Carlucci a Di Maio: serve un Contratto Istituzionale di Sviluppo per l’Entroterra Barese

Shares

Il sindaco di Acquaviva Davide Carlucci ha incontrato ieri a Santeramo in Colle il Ministro del Lavoro e Vicepremier Luigi Di Maio.

Al vice premier del Governo Conte Carlucci ha consegnato la richiesta di attivazione di un Contratto istituzionale di sviluppo per l’Entroterra Barese inviata al premier Giuseppe Conte come presidente dell’associazione di Comuni “Cuore della Puglia.

Nell’occasione, Carlucci ha anche donato al ministro pentastellato la marmellata realizzata da Eustachio Sapone per la Caritas e il Comune di Acquaviva con le ciliegie sopravvissute all’ondata di maltempo di fine maggio, e la confettura di Cipolla rossa di Acquaviva.

Contratto Istituzionale di Sviluppo per l'Entroterra Barese

Carlucci a Di Maio: serve un Contratto Istituzionale di Sviluppo per l’Entroterra Barese

  • Questa la nota di Carlucci:

“Ieri ho conosciuto a Santeramo il ministro dello Sviluppo e del Lavoro Luigi Di Maio, persona ironica e solidale con noi “sindaci in trincea”, come ci ha chiamati.

A lui ho consegnato una confettura di marmellata realizzata da Eustachio Sapone per la Caritas e il Comune con le ciliegie sopravvissute all’ondata di maltempo di fine maggio, e una confettura di Cipolla rossa di Acquaviva.

A Di Maio ho anche consegnato la richiesta di attivazione di un Contratto istituzionale di sviluppo per l’Entroterra Barese che ho inviato al premier Giuseppe Conte che ho trasmesso come presidente dell’associazione di Comuni “Cuore della Puglia”.

La nostra proposta, che il ministro ha ascoltato con interesse, è di avviare un piano di finanziamenti per promuovere l’agroalimentare e il turismo nella nostra area che, nonostante il dinamismo di molte realtà produttive, è comunque un’area in crisi con un alto tasso di disoccupazione.

Ringrazio il sindaco di Santeramo Fabrizio Baldassarre, sempre molto gentile, e il dottor Angelo Lovecchio che, insieme ad altri amici del Movimento 5 Stelle di Acquaviva mi hanno cortesemente accompagnato, condividendo con me la necessità di promuovere il territorio.

E complimenti per la nuova Biblioteca comunale di Santeramo!”

Potrebbero interessarti anche...

Shares