Carlucci: la Regione acquisterà la ex direzione sanitaria del vecchio Miulli

Shares

Sembrerebbe proprio che la Regione Puglia, dopo le sollecitazioni del Sindaco Davide Carlucci, sia finalmente disposta a procedere all’acquisto di una parte dell’ex ospedale Miulli, ovvero della palazzina che ospitava la Direzione sanitaria e che oggi ospita la società di vigilanza La Fonte. Il progetto è quello di concentrare nella nuova collocazione tutti gli uffici della Asl realizzando un Polo Sanitario.

Questo il Post con cui Carlucci annuncia la notizia:

La Regione Puglia ha dato l’ok all’acquisto della ex direzione sanitaria del Miulli da parte della Asl. Un grande passo in avanti che spero possa portare al più presto alla concretizzazione della nostra volontà di trasformare i vecchi immobili in un polo sanitario destinato alla prevenzione, sindaco davide carluccialla medicina di base, alla ricerca e alla formazione in campo assistenziale e socio-sanitario. Oltre al risparmio per le casse regionali, ciò può comportare la rinascita di un intero quartiere e un maggiore prestigio per la già eccellente sanità acquavivese. Il direttore generale della Asl, Vito Montanaro, ha dimostrato di aver saputo affrontare questa vicenda con il giusto piglio manageriale. Ora però dobbiamo restare tutti con i piedi per terra e verificare che la cosa vada in porto fino in fondo. Noi ce la stiamo mettendo tutta per colmare il vuoto lasciato nel 2006 dal trasferimento del Miulli a Collone

Lo scorso maggio, nel corso dell’incontro con il direttore generale dell’Azienda sanitaria locale dr. Montanaro, il sindaco aveva commentato:

“Acquaviva è una città dalla forte vocazione sanitaria – ha aggiunto Carlucci – e l’ex ospedale può diventare il luogo in cui si realizzano molti dei progetti si prevenzione e di medicina territoriale che la Regione intende far partire nei prossimi anni per abbattere i costi sociali delle cure ospedaliere. È arrivato il momento di far tornare in paese un po’ di quell’indotto e di quel patrimonio di sapere e di assistenza che è migrato fuori dall’abitato e in altre realtà con il trasferimento dell’ospedale a Collone”.

Potrebbero interessarti anche...