Comuni Ricicloni: menzione Speciale Start Up per Acquaviva

Shares

foto: www.immediato.net

Legambiente ormai da oltre 20 anni promuove a livello nazionale il Rapporto “Comuni Ricicloni”, a cui aderiscono un numero sempre maggiore di Comuni, che vedono nell’iniziativa un importante momento di verifica e di comunicazione degli sforzi compiuti per avviare e consolidare la raccolta differenziata, e più in generale il sistema integrato di gestione dei propri rifiuti.

L’iniziativa di Legambiente è finalizzata a premiare quelle Amministrazioni che non solo hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti, ma che negli ultimi mesi stanno avviando dei sistemi amministrativi innovativi: raccolte differenziate avviate a riciclo, ma anche acquisti di beni, opere e servizi che abbiano valorizzato i materiali recuperati da raccolta differenziata.

Novità della nona edizione di “Comuni Ricicloni Puglia” di Legambiente la Menzione Speciale Start Up, conferita alle amministrazioni che, negli ultimi mesi del 2016, hanno avviato sistemi di raccolta differenziata innovativi, riuscendo così a raggiungere percentuali significative di RD: Bitetto, Modugno e Acquaviva delle Fonti.

Comuni Ricicloni Puglia 2016 sono tre: Roseto Valfortore, Monteparano e Motta Montecorvino, rispettivamente con il 23,91%, il 65,64% e il 65,46% di secco residuo pro capite prodotto.

Nel 2015 i Comuni Ricicloni pugliesi salgono a ventidue. Ancora una volta è Rutigliano, già premiato lo scorso anno, ad occupare il primo posto della classifica con una percentuale media del 77% nell’anno 2015. Ex aequo per il comune di Faggiano e Roseto Valfortore, che si piazzano al vertice della classifica diventando Comuni Ricicloni, dopo aver ricevuto il Premio di Seconda Categoria nella scorsa edizione.

Riconfermati Casalvecchio di Puglia con e Monteparano con il 71%, Canosa di Puglia, Cellamare e Troia con il 70%, Latiano e Motta Montecorvino con il 69%, San Vito dei Normanni (68%), Sava e Crispiano con il 66%, Andria e Laterza con il 65%.

Cinque i comuni che diventano Ricicloni, ovvero Barletta (72%), Poggio Imperiale (69%), San Giorgio Ionico (69%), San Marco La Catola (68%) e Cassano delle Murge (65%). New entry di questa graduatoria anche Serracapriola (65%), nell’edizione 2014 premiata con la Menzione Speciale Teniamoli d’Occhio.

Sono invece undici i comuni pugliesi a cui va il premio di seconda categoria, per aver raggiunto nei primi nove mesi del 2015 una media percentuale pari o superiore al 65%: Erchie e Torricella 71%), Ruvo di Puglia e Torre Santa Susanna con il 70%, Apricena al 69%, Mesagne con il 68%, San Michele con il 67%. Poi ci sono Carosino, Ostuni, San Pancrazio Salentino e Villa Castelli con il 65%.

foto: www.immediato.net

Anche nell’edizione 2016 di Comuni Ricicloni è stata assegnata la Menzione Speciale Teniamoli d’Occhio alle Amministrazioni che, nei primi nove mesi del 2016, grazie all’avvio del porta a porta hanno raggiunto una media percentuale di raccolta differenziata pari o superiore al 55%. (Anzano e Monteleone di Puglia (63%), Adelfia, Biccari, Corato e Grumo Appula (62%), San Ferdinando di Puglia (61%), Mola di Bari, Polignano a Mare, Putignano e Triggiano con il 59%, Conversano, San Giovanni Rotondo e Terlizzi (58%), Castelluccio dei Sauri (57%), Massafra (56%), Candela (55%).

Potrebbero interessarti anche...

Shares