Convocato il consiglio comunale per l’approvazione del bilancio

Shares

Bilancio di previsioneIn arrivo la tappa finale della corsa all’approvazione del Bilancio. Dopo aver approvato il rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2015 e la relazione del primo semestre 2015 del regolamento sui controlli interni, nel corso dell’ultimo consiglio, dopo aver chiuso insomma la partita del Consuntivo, la maggioranza di centrosinistra si appresta a varare il Previsionale.

Il Consiglio Comunale di Acquaviva delle Fonti è convocato, in seduta ordinaria pubblica per le ore 15 del 23 maggio, nella solita sala delle adunanze consiliari, per la trattazione del seguente ordine del giorno:
OGGETTO
1 – Piano delle alienazioni e valorizzazione del patrimonio immobiliare. Triennio 2016/2018. Approvazione.
2 – Programma triennale dei lavori pubblici. Triennio 2016/2018 e elenco annuale dei lavori per l’anno 2016.
Approvazione.
3 – Approvazione del bilancio di previsione finanziario 2016-2018 (art.151 del D. Lgs. N. 267/2000 e art.10, D.Lgs. n.118/2011).
Ove non si esaurisse la trattazione dell’o.d.g. per mancanza del numero legale, ai sensi e per gli effetti del Regolamento delle adunanze del Consiglio Comunale (art.12), la seduta di 2^ convocazione è fissata per il giorno mercoledì 25 maggio alle ore 15.
Nel corso dell’ultimo consiglio si è affrontata anche la questione del primo dei non eletti, l’avvocato Giuseppe Ruscigno, per il quale il Comune ha avviato la contestazione delle cause di compatibilità – in quanto difensore dell’Ente in alcuni contenziosi – chiedendo, nel contempo, al Prefetto, se è possibile invece seguire la strada seguita dall’amministrativista acquavivese, il quale invece ritiene che il Consiglio comunale dovrebbe prendere atto della sua decisione di rinunciare a ricoprire la carica di consigliere, prima ancora di qualsiasi altra valutazione. “Non entro negli aspetti legati alla procedura – ha detto in aula il sindaco Davide Carlucci – ma è auspicabile che si possa tener conto della volontà di Ruscigno di non sedere in consiglio comunale”.

Potrebbero interessarti anche...

Shares