Coronavirus, sanificazione robotica al Comando di Polizia Municipale

Shares

Per la prevenzione dell’infezione da coronavirus COVID-19 gli ambienti del Comando di Polizia Municipale sono stati disinfettati con un sistema di sanificazione robotica a luce pulsata ad altissima intensità emessa da raggi UV. 

L’intervento è stato offerto gratuitamente dalla ditta Xenon Italia, grazie ad una donazione dell’imprenditore acquavivese Luigi De Tommaso.

sanificazione robotica

Coronavirus, sanificazione robotica al Comando di Polizia Municipale

la nuova tecnologia, di origine russa, già utilizzata per sanificare gli ospedali di Castellaneta, quello di Taranto e il Riuniti di Foggia, sfrutta un processo validato in Russia, Israele, Stati Uniti e Canada, basato sull’irraggiamento di luce pulsata ultravioletta ad altissima intensità, in grado di colpire tutti i microrganismi patogeni presenti nell’ambiente (forme vegetative, spore, ceppi multiresistenti, insensibili al trattamento antibiotico e disinfettanti chimici, funghi e virus).

Si tratta di un sistema robotico con tecnologia no-touch in grado di sanificare e disinfettare ambienti in pochi minuti.

I robot utilizzano raggi UV-C pulsati generati da una lampada allo xeno che irradia, con una luce UV-C, l’intero spettro germicida (200nm-280nm), provocando la distruzione di batteri, virus, funghi e spore attraverso l’interazione con Dna/Rna grazie a diversi meccanismi di distruzione cellulare.

La luce UV pulsata danneggia il materiale genetico (DNA, RNA) delle cellule batteriche. 

L’impiego è estremamente rapido e veloce: tramite semplici protocolli, inoltre, è possibile assicurare anche la disinfezione di apparecchiature, arredi e qualsiasi altro materiale presente negli ambienti.

I vantaggi rispetto alla sanificazione classica sono la rapidità e la possibilità di utilizzare gli ambienti subito dopo l’intervento.

“Ringraziamo l’imprenditore Luigi De Tommaso per il suo intervento gratuito di sanificazione dei locali del Comando di polizia municipalecommenta il sindaco di Acquaviva Davide CarlucciCome sapete, i vigili urbani sono una delle categorie più a rischio contagio in quanto impegnati in continui controlli e altre attività che li mettono a contatto con la popolazione. Per questo sono stati munuti di adeguati presidi sanitari e di penne “usa e getta” per evitare la trasmissione del virus nel corso della compilazione delle autocertificazioni. Ci rende orgogliosi, inoltre, che una tecnologia innovativa come la sanificazione a luce pulsata sia introdotta in Italia da un imprenditore di Acquaviva.

Il video servizio di TG NORBA 24 – Intervista a Davide Carlucci Sindaco Di Acquaviva

 

Potrebbero interessarti anche...

Shares