Ecco la Top Ten delle Aziende Acquavivesi

Shares

Un quadro abbastanza positivo quello che emerge dal sistema industriale acquavivese, nel quale non mancano le aziende di eccellenza. 

Tra le Aziende Acquavivesi la 2I Rete Gas è al top per fatturato. Nel 2017, ultimo dato disponibile nel  Report Aziende, l’azienda che insieme a Edison ha rilevato Gas Natural ha fatturato 86,4 milioni di euro, con un lieve calo rispetto al 2016, quando fatturava 88,6 milioni di euro.

Più decisa la riduzione degli utili, che passano da 22,8 a 16,3 milioni di euro. Questi scostamenti, tuttavia, non sono significativi rispetto alla presenza del distributore di gas naturale in Italia, in quanto l’acquisizione delle quote di quella che una volta si chiamava “Nettis Impianti” è avvenuto a cavallo tra il 2017 e il 2018.

Top Ten delle Aziende Acquavivesi

Ecco la Top Ten delle Aziende Acquavivesi

Al secondo posto nella top ten delle imprese acquavivesi c’è invece MvLine, leader nella produzione di zanzariere, con 24 milioni e 541mila euro, in costante crescita dal 2015 (21,2 milioni di euro, 23 nel 2016).

Segue Teorema con 17 milioni di euro, un netto balzo in avanti rispetto al 2016 (13,3).

La tallona però Ifac Inox, società produttrice di furgoni isotermici, che è passata da 16,2 a 17,2 milioni di euro.

Quinta è Isoteck, che produce pannelli sandwich coibentati alla via per Bari: tra il 2016 e il 2017 il fatturato è passato da 13,8 a 16 milioni di euro.

Sono fermi al 2016, invece, i dati relativi a Ondapack Sud, azienda produttrice di cartoni, che ha registrato un fatturato di 16 milioni.

In crescita anche la Sipam, azienda produttrice di articoli in plastica monouso, che segnala un fatturato di 15,2 milioni contro i 12,8 milioni del 2016.

Seguono due aziende che hanno ad Acquaviva solo la sede legale, come Astra Bingo (14 milioni) ed Expandia (12,8),  mentre chiude la classifica dei “primi 10” la Combivox, società specializzata in sistemi di allarme e di sicurezza, che nel 2016, l’ultimo anno a cui sono riferiti i dati, ha fatturato 8,6 milioni di euro.

Una fotografia parziale (mancano alcune imprese come Finlogic, quotata in borsa) che però sembra restituire un quadro abbastanza positivo del sistema industriale acquavivese, nel quale non mancano le aziende di eccellenza, alcune delle quali hanno potuto espandere la produzione in questi ultimi anni, grazie anche ai finanziamenti concessi dalla Regione con Puglia Sviluppo e, in alcuni casi, dei suoli messi a disposizione dal Comune.

Ma soprattutto, grazie alla tenacia di un’imprenditoria che si è dimostrata capace di resistere e sopravvivere alle crisi di questi ultimi anni.

Potrebbero interessarti anche...

Shares