Elfi a mezzanotte…

Shares

Nella notte donne e uomini vestiti di rosso e di verde nei pressi della Cassarmonica…

di Maria Gargano

La leggenda narra che Babbo natale si faccia aiutare tutto l’anno da piccoli uomini vestiti di verde e di rosso, benevoli e volenterosi, instancabili e fidati, per realizzare la magia del natale.

Piccoli folletti o elfi che creano e impacchettano regali di ogni genere, redigono liste dei bambini buoni di tutto il mondo e curano le magiche renne.

cassarmonica-folletti-natale-evidenza

Nel lontano lontanissimo Polo Nord, nel freddo secco della neve, tra la dolce frenesia di rendere felici con un semplice gesto, per regalare a tutti un natale speciale! Un giorno in cui ognuno si ferma, almeno un attimo, a godere della meraviglia che anima le nostre case.

Fiocchi, ghirlande, presepi, alberi e tanta luce che, in punta di piedi, entra nei nostri cuori.

I folletti del Natale

I folletti del Natale

Così, nella notte, una ventina di folletti del natale, tanti Bushy Evergreen (inventore della macchina per rendere magici i regali), hanno addobbato la Cassarmonica e l’Albero di Natale al suo interno.

Simpaticissimi uomini e donne guidati dalla impellente voglia di donare ”un sorriso in più – come recita il cartello lasciato per la cittadinanza-… il nostro regalo… la magia del natale per chi mantiene il cuore aperto alla gioia!” Chi c’era ha potuto assistere ad una danza di ”piccoli” elfi, il rosso e il verde a dominare la scena, toni che pian piano si trasferivano su uno dei monumenti più importanti della città, attraverso il verde delle lunghe ghirlande e dell’albero, e il rosso delle bacche raccolte e i fiocchi realizzati a mano; nella luce che enfatizzava l’atmosfera.

Elfi a mezzanotte...

Elfi a mezzanotte…

Sì, stanotte è avvenuta una magia… abbiamo un Albero, ”significativo simbolo del Natale di Cristo – come dice il pontefice emerito Benedetto XVI- perché con le sue foglie sempre verdi richiama la vita che non muore.” Un albero che vuole intingere la vita di ognuno di noi, un neonato rito di bontà e condivisione. Un rito che nasce dall’idea di alcuni cittadini, l’anno scorso, ma che vede la sua realizzazione quest’anno a novembre, grazie al Comitato cittadino ” I folletti del Natale” che è andato ad intrecciarsi in maniera spontanea alla generosità e  sensibilità di molte attività commerciali del paese. Un lavoro di gruppo, un’organizzazione perfetta in cui tutti sono uno e uno da solo è incompleto!

photo_2016-12-04_17-31-20

La magia del Natale per chi mantiene il cure aperto alla gioia

L’inaugurazione dell’Albero avverrà mercoledì 7 dicembre, giorno in cui avranno inizio gli eventi del ” Natale in Città”, alle 18,30. #Staytuned

 Galleria fotografica di Maria Romano

Maria Gargano

Autrice della pagina facebook ‘’Ermetica..mente’’, una maniera per dar vita alle mie parole, mandarle in giro per il mondo... dalla mia mente a quella di chi legge, un viaggio per il mondo e ritorno. Una pagina in cui vive a pieno il mio amore per l’ermetismo, innato, prepotente, lasciato lì in attesa... finché ho deciso di dare voce alla mia anima… costantemente in lotta contro il tempo che avanza lasciandoci un attimo dopo il presente, tra il passato appena strappatoci e il futuro sempre troppo in anticipo… in continuo deficit di bilancio con ciò che avremmo voluto e soprattutto potuto fare, rispetto a ciò che abbiamo realmente fatto. Una voglia di fermarlo, il tempo, almeno nelle parole, per potercisi rituffare rileggendole. Un turbinio di sensazioni che stanno dietro e dentro ad un linguaggio criptico che non si può spiegare ma solo capire. Con un romanzo nel cassetto e la voglia di concedermi il tempo per scrivere, nella frenetica voragine dettata dal tempo, in una quotidianità fatta di responsabilità, oneri, famiglia, amore e sogni tenuti a mezz'aria. In tutto questo, la passione per il giornalismo telematico si fa spazio, in me, per gioco o condizione e mi mette ogni volta alla prova, come la prima, nella stesura di articoli in cui il linguaggio deve mantenersi chiaro, esplicito e condivisibile, lontano dal mio modo di narrare le emozioni. Forte motivazione è il desiderio di sottolineare la bellezza delle cose, da uno spettacolo teatrale ad una manifestazione cittadina, ad una persona talentuosa, qualsiasi cosa meriti essere ricordata in maniera indelebile.

Potrebbero interessarti anche...

Shares