Furgone bruciato: si indaga per incendio doloso

Shares

sindaco davide carlucciUn’auto e un furgone bruciati ad Acquaviva. Vorrei sbagliarmi ma almeno uno dei due episodi ha l’aria di essere di natura dolosa. Chiedo alla magistratura e alle forze dell’ordine di intervenire per schiacciare immediatamente la testa a eventuali presenze malavitose che volessero rialzarla per condizionare la tranquilla operosità della nostra cittadina. Intanto ringrazio Carabinieri, Vigili del Fuoco, Polizia Municipale e gli agenti della vigilanza La Fonte che sono intervenuti subito sul posto.

img_20161002_215304Con questo commento il Sindaco Carlucci ipotizza l’origine dolosa di uno degli incendi che oggi hanno turbato la serata domenicale e che solo per l’intervento tempestivo delle Forze dell’Ordine e dei Vigili del Fuoco non hanno provocato danni più gravi.

Tutto é cominciato verso le 19, quando una Peugeot 307 station wagon grigia ha preso fuoco in prossimità del casello autostradale. Gli occupanti,  una famiglia di Molfetta, hanno subito abbandonato l’auto mettendosi in salvo, ma le fiamme si sono sviluppate tanto violentemente da causare danni alla struttura autostradale. La situazione é stata messa sotto controllo grazie all’intervento della Polizia Stradale, di due autopattuglie della Vigilanza La Fonte,  dei Carabinieri di Acquaviva e di una autobotte dei Vigili del Fuoco.

img_20161002_215257Mentre i Pompieri erano ancora occupati a domare le fiamme provocate dall’auto, nel centro abitato, in via Vincenzo Episcopo, di fronte alla scuola media Giovanni XXIII, lo scoppio improvviso di un incendio provocato da un furgone aziendale ha richiesto nuovamente l’intervento di Forze dell’Ordine e Vigili del Fuoco.

Le fiamme hanno fatto in tempo a danneggiare alcune finestre di piano rialzato del palazzo a ridosso del quale il mezzo era parcheggiato, oltre a quelle della scuola media. Il furgone, un Fiat Ducato, é risultato di proprietà del titolare di una cartolibreria e sembrerebbe che lo scorso anno un altro mezzo dello stesso proprietario abbia preso fuoco di fronte all’esercizio commerciale.

Sulla vicenda sono trapelati pochi dettagli. I Carabinieri stanno cercando indizi per accertare l’eventuale origine dolosa dell’incendio e risalire ai responsabili.

fb_img_1475622377302Si attende la relazione dei vigili del fuoco che dovrebbe essere consegnata nei prossimi giorni. Nel caso in cui la relazione dovesse stabilire l’origine dolosa dell’incendio, sarebbero gli stessi vigili del fuoco a inviare una segnalazione in procura e ad avvisare il magistrato.La relazione dei vigili del fuoco, tuttavia, potrebbe anche concludere che le cause del rogo non sono accertabili.

Potrebbero interessarti anche...