Giorgio Azzone, coreografo acquavivese: la danza contro la violenza sulle donne

Shares

Come scrive Tiziana Temerario in un suo articolo su acquavivalive del settembre 2015, Giorgio Azzone, ballerino professionista di origini acquavivesi, classe 1989, a soli 11 anni, scopre la sua passione per la danza quando assistendo ad una lezione di ballo dei suoi genitori realizza di non riuscire a star fermo.

Da quel momento inizia la sua formazione: prima presso la scuola di Grazia Emiliana, poi al Centro Studi Coreografici del Teatro Carcano a Milano e infine a Londra, presso la London Contemporary School dove ottiene la laurea in danza contemporanea. Una vita di passione e sacrifici, come quando a Milano frequentava il Liceo Scientifico di mattina, l’accademia il pomeriggio e poi riprendeva a studiare in serata. Dopo un’esperienza nella Compagnia del Balletto di Ginevra e una presso la RBR Dance Company di Verona, Giorgio Azzone è tornato a Milano dove si dedica all’insegnamento e alla creazione di coreografie e spettacoli.

“Devo ammettere che Acquaviva mi manca: la qualità della vita è decisamente migliore lì, spero di poter portare al più presto un mio spettacolo in città”.

Questa la confessione di Giorgo dopo la realizzazione di “HomeTown”, il video-omaggio del ballerino alla sua Acquaviva, girato da Carmen Abrusci, dove si riappropria degli spazi del paese, rendendo Acquaviva una scenografia naturale delle sue coreografie.

Da Dance Hall News, oggi vi proponiamo la video intervista realizzata dal Direttore Francesco Borelli a Giorgio Azzone, attualmente impegnato in una creazione per la Jas Art Ballet.

Nell’intervista di oggi Giorgio ci racconta della possibilità di fare una donazione per sostenere il progetto della sua compagnia che ha come fine ultimo di sensibilizzare il pubblico, attraverso la danza, al tema della violenza sulle donne.

Francesco Borelli incontra Giorgio Azzone.

Di seguito il link per la donazione:

https://www.produzionidalbasso.com/project/il-lago-dei-cigni-la-danza-a-sostegno-delle-donne/

 

Potrebbero interessarti anche...

Shares