Grande successo per il “PLAY THE GAMES” di Special Olympics

Shares

20160616_111455_002Grande successo per l’evento “PLAY THE GAMES” – la manifestazione organizzata da Special Olympics in Basilicata, che si è svolta dal 15 al 18 giugno tra Bernalda, Metaponto, Pisticci, Marconia e Policoro con oltre 400 atleti con disabilità intellettiva provenienti da tutta Italia e gare di atletica leggera, bocce, calcio, equitazione, nuoto e pallacanestro.

Presente il Team Olimphià con 48 atleti accompagnatori, famiglie e tecnici tutti insieme a recitare il giuramento dell’atleta in piazza Bernardina a Bernalda : “Che io possa vincere e, se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze”, il giuramento dell’atleta Special Olympics che ha dato inizio ai giochi nazionali “Play the games special Olympics 2016. Special Olympics, il più diffuso programma di attività sportive per persone con disabilità intellettive nel mondo.

20160616_081406_005Gli atleti del team Olimphià sono persone che nella quotidianità sono seguite nel loro percorso riabilitativo psico-sociale da strutture residenziali e semiresidenziali dell’Impresa Auxilium di Altamura in collaborazione con i centri di salute mentale Area1 e Area2 del DSM ASL BA . Il team Olimphià è stato presente sulle piste di bocce, atletica, campi di calcio e basket. Tre giornate di sport, integrazione e amicizia.

20160617_093538_002Tutto il team Olimphià festeggia i propri atleti dando un calcio all’indifferenza, allo stigma, dopo un anno di allenamenti sportivi gli atleti tornano a casa con la medaglia della gioia ma anche con ottimi risultati sportivi , tante le soddisfazioni più che positivo il bilancio conquistando 26 medaglie : 9 d’oro, 11 d’argento e 6 di bronzo. Nelle discipline di squadra il team Olimphià si classifica al 2° posto per il Basket e Calcio A 5 . “Abbiamo messo in gioco sia le nostre componenti prestazionali, sia quelle relazionale, ci siamo rapportati agli altri giocatori secondo i consigli dei nostri tecnici , ci siamo divertiti molto a giocare insieme, ringraziamo il movimento Special Olympics che sempre ci permette di esprimere le nostre abilità sui campi da gioco”.

Potrebbero interessarti anche...

Shares