I Comuni dell’Aro Bari 5: “Grave il comportamento di Sammichele”

Shares

Nell’ARO BA 5 si è creata una netta spaccatura tra i relativi Comuni determinata dall’operato della Amministrazione di Sammichele di Bari.

Tutto nasce all’indomani della decisione presa dal Consiglio di Stato con la quale l’organo di giustizia ha sancito l’illegittimità della aggiudicazione all’attuale fornitore del servizio raccolta rifiuti dell’ARO BA5.

Sammichele di Bari

I Comuni dell’Aro Bari 5: “Grave il comportamento di Sammichele”

In barba ad ogni buon rapporto istituzionale e alle regole stesse che disciplinano l’operato dell’ARO BA5, il Comune di Sammichele ha assunto decisioni in totale autonomia minando, in tal modo, l’iter amministrativo che porterà alla conclusione di questa complessa vicenda.

Tutto è ancor più grave se si considerano le scomposte e scellerate dichiarazioni dell’assessore di Sammichele Francesco Antonio Spinelli, che paradossalmente attraverso Facebook getta ombre sulla linearità delle condotte messe in campo dai Comuni.

Le amministrazioni comunali di Acquaviva delle Fonti, Casamassima, Gioia del Colle e Turi si riservano di valutare azioni legali a tutela dell’onorabilità dei rispettivi Comuni e per approfondire la condotta dei rappresentanti del Comune di Sammichele di Bari, che – dopo aver assunto decisioni in autonomia rispetto al percorso d’ambito – procedono altresì ad instillare nei cittadini la cultura del sospetto nei confronti degli amministratori degli altri Comuni.

Le Amministrazioni componenti l’ambito, infatti, hanno deciso di dichiarare caducato il contratto con il raggruppamento guidato da CNS, procedendo – in maniera coordinata – con nuove ordinanze, in attesa dello svolgimento di una nuova gara d’Ambito.

Appare irragionevole e meritevole dei necessari approfondimenti, invece, il comportamento del Comune di Sammichele che, discostandosi da questa linea comune, fissata in vari incontri e riunioni collegiali alle quali pur partecipava, pone in essere una isolata azione amministrativa in grado di produrre rallentamenti nel percorso di individuazione di un nuovo fornitore d’ambito.

Il dato che più disorienta è il rallentamento improvviso del Comune di Sammichele che nonostante l’approvazione di una delibera di giunta tarda a pubblicare gli atti di gara. Perché?

In forza delle conseguenze che le scelte individuali possono produrre nella azione unitaria a cui l’Ambito è normativamente tenuto, ci si chiede qual è l’obiettivo perseguito della giunta guidata da Lorenzo Netti: nonostante i ripetuti richiami a fare fronte comune nella gestione di una partita complessa, parrebbe avere in mente altri obiettivi di cui niente sappiamo.

Alla luce di tutto ciò, si preannuncia una ulteriore istanza – oltre quella già presentata qualche mese fa – all’illustrissimo Prefetto di Bari per una richiesta di incontro.

I Sindaci di Acquaviva delle Fonti, Casamassima, Gioia del Colle e Turi. 

Potrebbero interessarti anche...