Il Lavoro a Scuola: continua il progetto di Alternanza al Colamonico – Chiarulli

Shares

Giovedì 28 marzo e 4 aprile, si svolgerà nell’Istituto “C. Colamonico – N. Chiarulli” dI Acquaviva delle Fonti, il Seminario “IL LAVORO A SCUOLA”.

L’incontro formativo, rivolto agli studenti, affronterà le tematiche dell’amministrazione del personale, la compilazione del Cedolino Paga, e gli adempimenti del datore di lavoro.

Il Seminario informativo sarà tenuto dal Direttore dell’Ente Bilaterale, dott. Mauro Portoso, che svolge anche la sua attività di Consulente del Lavoro, e pertanto trasmetterà ai giovani le nozioni fondamentali, per apprendere le basi dell’amministrazione del personale.

Il seminario formativo si terrà nell’ambito del progetto dell’Alternanza Scuola Lavoro promosso da Confcommercio Bari – BAT, l’Ente Bilaterale del Terziario della Provincia di Bari e Bat, e l’Istituto Colamonico – Chiarulli.

Il Lavoro a Scuola: continua il progetto di Alternanza al Colamonico – Chiarulli

Il Lavoro a Scuola: continua il progetto di Alternanza al Colamonico – Chiarulli

La Confcommercio Bari BAT e l’Ente Bilaterale del Terziario (EBITER) ancora una volta sono protagonisti accanto alle istituzioni, di interventi rivolti a creare sinergie non solo per le categorie che rappresentano, ma a beneficio dello sviluppo sociale ed economico del territorio e con particolare attenzioni alle realtà del Comune di Acquaviva delle Fonti.

Il Seminario “IL LAVORO A SCUOLA” si svolgerà nell’ambito del protocollo sottoscritto da Confcommercio BARI – BAT e l’Istituto, ed in quest’ottica aggiunge Vito Abrusci delegato di Confcommercio per il Comune di Acquaviva delle Fonti, diventa fondamentale, formare i giovani anche su queste tematiche, fornendo loro non solo gli aspetti teorici che apprendono in aula, ma anche gli aspetti pratici, facendoli visionare i software specifici di Amministrazione del Personale.

“Continuiamo nell’ottica di interagire con il territorio,spiega Leo Carriera, Direttore di Confcommercio Bari –Batcercando di rispondere anche ai fabbisogni formativi che ci vengono richiesti dalla scuola, e dalle imprese associate, in termini di formazione dei giovani”.

Potrebbero interessarti anche...

Shares