Nuovo impianto di riutilizzo acque reflue: domani la cerimonia inaugurale con Emiliano e Giannini

Shares

Si terrá domani 16 novembre, alle 11:00,  la cerimonia inaugurale del nuovo impianto di riutilizzo a fini irrigui delle acque reflue affinate, nell’area prospiciente il depuratore comunale sito in contrada San Pietro.

riutilizzo-acque-reflueSono previsti, nello svolgimento della cerimonia, gli interventi del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dell’Assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Giannini, del Sindaco di Acquaviva delle Fonti Davide Carlucci e dell’Assessore ai Lavori Pubblici Austacio Busto.

L’affinamento delle acque reflue urbane consentirà un risparmio economico per gli agricoltori che ne faranno uso, la riduzione del consumo di acqua da falda profonda (già soggetta a fenomeni di salinizzazione) e l’abbattimento dell’inquinamento atmosferico per il minor consumo di energia.

Soggetto Gestore della rete di distribuzione irrigua sará la Cooperativa “La Molignana”.

La Regione ha ritenuto l’impianto acquavivese, per le sue peculiaritá, un innovativo modello da esportare in altri territori e sono in programma nuovi progetti da parte dello IAM (istituto Agronomico Mediterraneo) e del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche).

gianniniCon un comunicato stampa diffuso oggi, l’Assessore competente al ramo Avv. Giovanni Giannini conferma:

 “la Regione Puglia è da tempo impegnata, tra l’altro, nell’attivazione di tutte le iniziative, sia regolamentari che infrastrutturali, finalizzate al miglioramento del Servizio Idrico Integrato (SII) per usi civili, con particolare riferimento all’esercizio dei sistemi di recupero e riutilizzo in agricoltura delle acque reflue urbane depurate ai sensi del D.M. n. 185/2003 e provenienti dai depuratori civili pugliesi, gestiti dal Soggetto Gestore del Servizio Idrico Integrato – Acquedotto Pugliese SPA. Pertanto, nell’ambito dell’utilizzo delle risorse comunitarie del PO FESR 2007/2013 – Azione 2.1.2, è stato, tra l’altro, finanziato e realizzato l’intervento riguardante il “Riutilizzo a fini irrigui delle acque reflue affinate ai sensi del D.M. n. 185/03 e licenziate dal depuratore a servizio dell’abitato di Acquaviva delle Fonti (BA)”, di importo pari ad € 4.475.484,75 in favore del Soggetto Attuatore – Comune di Acquaviva delle Fonti (BA) e del Soggetto Gestore della rete di distribuzione irrigua – Cooperativa La Molignana.

L’intervento di “Riutilizzo a fini irrigui delle acque reflue affinate ai sensi del D.M. n. 185/03 e licenziate dal depuratore a servizio dell’abitato di Acquaviva delle Fonti (BA)” consentirà di raggiungere i seguenti obiettivi : – Utilizzo di risorse idriche meno pregiate per usi compatibili; – Salvaguardia della falda con una riduzione dei prelievi dalle acque sotterranee; – Benefici derivanti dal “non scarico” con conseguente riduzione dell’impatto ambientale sul recapito finale; – Riduzione dell’utilizzo di fertilizzanti chimici nella produzione agricola (attraverso la distribuzione di macro-nutrienti sul suolo); – Riappropriazione del territorio attraverso il recupero di aree a notevole valenza ambientale (lame, aree umide…); – Riattivazione dei processi naturali di autodepurazione e di ricarica indiretta della falda.

Potrebbero interessarti anche...

Shares