La nuova Carta dei bambini figli di separati: il decalogo dei diritti

Shares

La nuova “Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori” enuncia diritti e principi finalizzati a promuovere la centralità dei figli nel momento della crisi della coppia.

di Francesca Leone, mediatrice familiare

La nuova Carta dei bambini figli di separati: il decalogo dei diritti

La nuova Carta dei bambini figli di separati: il decalogo dei diritti

Sappiamo tutti che la separazione per i figli è già per se stessa un’esperienza dolorosa, fosse solo per il fatto che uno dei due non è più presente in casa, figuriamoci se poi la separazione è conflittuale, con toni esacerbati da mille emozioni, non ultima la rabbia, che spesso rende ostaggio gli stessi figli. Finalmente nasce in Italia il 2 ottobre 2018 la ” Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori “.

L’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza Filomena Albano spiega che i principi fondanti sono ispirati alla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza: ” i bambini e i ragazzi hanno diritto a preservare le relazioni familiari, a non essere separati dai genitori, a mantenere rapporti regolari e frequenti con ciascuno di essi e, soprattutto, ad essere ascoltati nelle questioni che li riguardano. I genitori, pur se separati, non smettono di essere i genitori e i figli devono sempre restare al centro della vita dei genitori che devono poter essere un riferimento sempre per il figlio.”

La Carta è il frutto della cooperazione di 16 esperti scelti in ambito giuridico, sociale, psicologico e pedagogico in cui è stata coinvolta anche la Consulta dei ragazzi costituita da 18 under 17 tra maschi e femmine, provenienti da scuole medie e superiori, gruppi scout, oratori e Federazioni sportive.

Nella Introduzione alla carta si legge un passaggio importante sulla opportunità di coltivare un percorso di mediazione familiare al fine di realizzare in concreto i bisogni dei figli che sono in una fase di transizione familiare volta alla separazione.

La mediazione è un’ opportunità importantissima per arrivare ad una separazione dolce, in cui le decisioni vengono direttamente prese dagli stessi genitori, attraverso un percorso guidato in cui liberamente e autonomamente stabiliscono i punti essenziali della separazione, i figli, il patrimonio e tutto ciò che crea il conflitto a beneficio di tutti.

 

IL DECALOGO DELLA CARTA DEI DIRITTI DEI FIGLI NELLA SEPARAZIONE DEI GENITORI

1 – I figli hanno il diritto di continuare ad amare ed essere amati da entrambi i genitori e di mantenere i loro affetti

I figli hanno il diritto di essere liberi di continuare a voler bene ad entrambi i genitori, hanno il diritto di manifestare il loro amore senza paura di ferire o di offendere l’uno o l’altro. I figli hanno il diritto di conservare intatti i loro affetti, di restare uniti ai fratelli, di mantenere inalterata la relazione con i nonni, di continuare a frequentare i parenti di entrambi i rami genitoriali e gli amici. L’amore non si misura con il tempo ma con la cura e l’attenzione.

 2 – I figli hanno il diritto di continuare ad essere figli e di vivere la loro età

I figli hanno il diritto alla spensieratezza e alla leggerezza, hanno il diritto di non essere travolti dalla sofferenza degli adulti. I figli hanno il diritto di non essere trattati come adulti, di non diventare i confidenti o gli amici dei loro genitori, di non doverli sostenere o consolare. I figli hanno il diritto di sentirsi protetti e rassicurati, confortati e sostenuti dai loro genitori nell’affrontare i cambiamenti della separazione.

3 – I figli hanno il diritto di essere informati e aiutati a comprendere la separazione dei genitori

I figli hanno il diritto di non essere coinvolti nella decisione della separazione e di essere informati da entrambi i genitori, in modo adeguato alla loro età e maturità, senza essere caricati di responsabilità o colpe, senza essere messi a conoscenza di informazioni che possano influenzare negativamente il rapporto con uno o entrambi i genitori. Hanno il diritto di non subire la separazione come un fulmine, né di essere inondati dalle incertezze e dalle emozioni dei genitori. Hanno il diritto di essere accompagnati dai genitori a comprendere e a vivere il passaggio ad una nuova fase familiare.

4 – I figli hanno il diritto di essere ascoltati e di esprimere i loro sentimenti

I figli hanno il diritto di essere ascoltati prima di tutto dai genitori, insieme, in famiglia. I figli hanno il diritto di poter parlare sentendosi accolti e rispettati, senza essere giudicati. I figli hanno il diritto di essere arrabbiati, tristi, di stare male, di avere paura e di avere incertezze, senza sentirsi dire che “va tutto bene”. Anche nelle separazioni più serene i figli possono provare questi sentimenti e hanno il diritto di esprimerli.

5 – I figli hanno il diritto di non subire pressioni da parte dei genitori e dei parenti

I figli hanno il diritto di non essere strumentalizzati, di non essere messaggeri di comunicazioni e richieste esplicite o implicite rivolte all’altro genitore. I figli hanno il diritto di non essere indotti a mentire e di non essere coinvolti nelle menzogne.

6 – I figli hanno il diritto che le scelte che li riguardano siano condivise da entrambi i genitori

I figli hanno il diritto che le scelte più importanti su residenza, educazione, istruzione e salute continuino ad essere prese da entrambi i genitori di comune accordo, nel rispetto della continuità delle loro abitudini. I figli hanno il diritto che eventuali cambiamenti tengano conto delle loro esigenze affettive e relazionali.

7 – I figli hanno il diritto di non essere coinvolti nei conflitti tra genitori

I figli hanno il diritto di non assistere e di non subire i conflitti tra genitori, di non essere costretti a prendere le parti dell’uno o dell’altro, di non dover scegliere tra loro. I figli hanno il diritto di non essere costretti a schierarsi con uno o con l’altro genitore e con le rispettive famiglie.

8 – I figli hanno il diritto al rispetto dei loro tempi

I figli hanno bisogno di tempo per elaborare la separazione, per comprendere la nuova situazione, per adattarsi a vivere nel diverso equilibrio familiare. I figli hanno bisogno di tempo per abituarsi ai cambiamenti, per accettare i nuovi fratelli, i nuovi partner e le loro famiglie. Hanno il diritto di essere rassicurati rispetto alla paura di perdere l’affetto di uno o di entrambi i genitori, o di essere posti in secondo piano rispetto ai nuovi legami dei genitori.

9  – I figli hanno il diritto di essere preservati dalle questioni economiche

I figli hanno il diritto di non essere coinvolti nelle decisioni economiche e che entrambi i genitori contribuiscano adeguatamente alle loro necessità. I figli hanno il diritto di non sentire il peso del disagio economico del nuovo equilibrio familiare, e di non subire ingiustificati cambiamenti del tenore e dello stile di vita familiare, di non vivere forme di violenza economica da parte di un genitore.

10  – I figli hanno il diritto di ricevere spiegazioni sulle decisioni che li riguardano

I figli hanno il diritto di essere ascoltati, ma le decisioni devono essere assunte dai genitori o, in caso di disaccordo, dal giudice. I figli hanno il diritto di ricevere spiegazioni sulle decisioni prese, in particolare quando divergenti rispetto alle loro richieste e ai desideri manifestati. Il figlio ha il diritto di ricevere spiegazioni non contrastanti da parte dei genitori.

Il video sulla presentazione della Carta

Ecco la Carta dei diritti dei figli nella separazione dei genitori

Potrebbero interessarti anche...

Shares