Lotta Abbandono Rifiuti: continuano i controlli della Polizia Locale

Shares

Il Comando della Polizia Locale di Acquaviva sta intensificando i controlli in materia ambientale, soprattutto in relazione alla pratica dell’abbandono dei rifiuti.

Al fine di attenuare tale malcostume, le pattuglie della Polizia locale, anche in abiti civili, stanno effettuando controlli ed appostamenti su tutto il territorio comunale, in diverse ore della giornata.

In attesa di scaricare e visionare le altre immagini registrate delle diverse “videotrappole” –  posizionate nei luoghi dove è più frequente il sorgere di mini-discariche e grazie alle quali,  recentemente,  è stato possibile individuare un cittadino acquavivese, immortalato per tre volte consecutive mentre abbandonava rifiuti in campagna – la Polizia Locale di Acquaviva continua l’attività di contrasto al fenomeno dell’illecito smaltimento di rifiuti.

Martedì 9 Aprile, mercoledì 10 aprile e giovedì 12 aprile, infatti, sono stati effettuati nuovi controlli diretti sul territorio, nel corso dei quali è stato individuato il nominativo di un altro soggetto ritenuto responsabile di illecito abbandono di rifiuti in campagna.

Abbandono Rifiuti

Il cumulo di rifiuti da cui è emerso il nome del forestiero in attesa di essere compiutamente generalizzato dalla Polizia Locale

Gli Agenti del locale Comando di Polizia Municipale hanno proceduto ad identificare il responsabile dell’abbandono irregolare a seguito dell’ispezione di rifiuti che giacevano tra la vegetazione.

Qualora sia adeguatamente provata la riconducibilità ad un determinato soggetto di parte dei rifiuti rinvenuti illecitamente abbandonati, infatti, non può essere posta in dubbio la responsabilità del proprietario del rifiuto, a cui spetta l’onere di provare che la cosa è stata utilizzata contro la sua volontà.

Procedendo alla ricostruzione delle generalità del trasgressore, mediante documenti e titoli vari intestati a quel determinato soggetto, supportando i risultati dell’indagine con altri elementi di riscontro, sarà perciò possibile notificare il verbale di contestazione della sanzione amministrativa di € 600 prevista dalla normativa ambientale che, tra l’altro, comprende il ripristino dello stato dei luoghi.

Questa volta si tratterebbe di un forestiero – fanno sapere dal Comando di Polizia Municipale – perché dai primi accertamenti effettuati il soggetto in questione non risulta iscritto nella popolazione residente di Acquaviva.

Prosegue, contemporaneamente, anche l’attività di supporto ai controlli disposti dall’Assessorato all’Ambiente con la ditta concessionaria del servizio di nettezza urbana per verificare le modalità che i cittadini utilizzano per effettuare la raccolta differenziata: al momento non sono state elevate sanzioni perché tutto era smaltito in modo regolare.

“I controlli sulla indifferenziata continueranno a rotazione nei prossimi giorni anche in altre zone, tutta la città sarà sottoposta ad azioni di verificaavverte il Comandante Giovanni CentroneL’attività di contrasto alle attività illecite di smaltimento rifiuti è diventata una priorità e i controlli saranno serrati in questo settore e continueranno per tutto l’anno in corso, senza interrompersi neanche nel periodo estivo quando come è noto vi è maggiore carenza di personale. Ci auguriamo che questa intensa attività di controllo, insieme all’azione di sensibilizzazione che l’assessorato all’ambiente e tutta l’amministrazione comunale sta mettendo in atto, possa dare il risultato sperato, confidando soprattutto nel buon senso dei cittadini, presupposto essenziale affinché la comunità tutta possa continuare a vivere in un ambiente più sano e più pulito”.

Abbandono Rifiuti

Controlli sulla raccolta indifferenziata di martedì 09 Aprile

Potrebbero interessarti anche...

Shares