“Miulli in Rosa”, il programma raccontato dal prof. Maurizio Guido su Rai3

Shares

“Miulli in Rosa”, il programma del Miulli dedicato alla salute della donna, raccontato dal prof. Maurizio Guido su Rai3.

“Miulli in Rosa“ nasce per aiutare e supportare la donna dalla sua fanciullezza, con le prime scoperte legate al mutamento del suo corpo, fino all’eta adulta.

Un percorso specifico di informazione e prevenzione per seguire le pazienti nelle diverse fasi della vita e che permette, mediante un sostegno medico competente, di affrontare problematiche e far conoscere tematiche che scandiscano, in modo preparato, le diverse fasi della vita (il primo ciclo mestruale e le problematiche legate all’adolescenza, le malattie sessualmente trasmissibili, l’infertilita, l’endometriosi, il cancro, la menopausa e tanto altro).

“Miulli in Rosa”, il programma del Miulli dedicato alla salute della donna, raccontato dal prof. Mau

L’Ospedale Miulli ha ricevuto dalla Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, 2 Bollini Rosa sulla base di una scala da uno a tre, per il biennio 2020-2021.

I Bollini Rosa sono il riconoscimento che la Fondazione Onda, da sempre impegnata sul fronte della promozione della medicina di genere, attribuisce dal 2007 agli ospedali attenti alla salute femminile e che si distinguono per l’offerta di servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali malattie delle donne.

«Questo riconoscimento dell’Osservatorio Onda conferma la centralità dell’Ospedale Miulli per la tutela della salute della donna», ha affermato nell’occasione il prof. Maurizio Guido, direttore della U.O.C. di Ostetricia e Ginecologia del Miulli, «una tappa imprescindibile di un cammino virtuoso di conoscenza e di consapevolezza che coinvolge non solo gli aspetti medici delle principali patologie, ma anche molteplici temi del quotidiano e del sociale. Abbiamo infatti focalizzato l’attenzione verso una medicina che punti sul dialogo e sull’ascolto, per creare percorsi assistenziali multidisciplinari che mettono in primo piano lo spirito di collaborazione e di sinergia scientifica dei professionisti che lavorano al Miulli. L’obiettivo primario è quello di un miglioramento dello stato di salute della popolazione, che arriva attraverso la cura per la patologia ostetrica, per le patologie dell’età fertile, per l’endometriosi, per la patologia mammaria, per la ginecologia oncologica, per l’endocrinologia e per la menopausa».

Potrebbero interessarti anche...