Palestra Giovanni XXIII, dopo anni di incuria inizia la ristrutturazione: appalto da 100mila euro

Shares

Gli interventi di manutenzione straordinaria garantiranno il rispetto delle normative in materia di sicurezza. La spesa complessiva sarà di 100mila euro. 

È tutto pronto alla palestra della Giovanni XXIII per l’inizio dei lavori che porteranno la struttura sportiva a essere nuovamente fruibile per il suo ruolo originario.

La palestra, a volte luogo per i vandali, vedrà presto l’inizio delle opere appaltate dal Comune di Acquaviva, disposte nell’ambito di un più vasto programma di ammodernamento e messa in sicurezza dell’edilizia scolastica acquavivese, già portato a compimento alla vigilia dello scorso anno scolastico per tre importanti plessi, da lungo tempo oggetto di soli interventi di ordinaria manutenzione.

Si pensi alla scuola media Lucarelli ed alla condizione indecorosa in cui si trovavano i suoi servizi igienici, alla palestra ed alle infiltrazioni d’acqua che interessavano la scuola Collodi, alla vetustà degli infissi della De Amicis, per comprendere la “straordinarietà” degli interventi eseguiti ad oggi dall’Amministrazione Comunale.

La De Amicis, la Lucarelli e la Collodi, ricordiamo,  sono le tre scuole per le quali il Comune lo scorso anno, su proposta dell’assessore al ramo Austacio Busto, ottenne un finanziamento pari a 999mila euro partecipando al bando “Accordi di Programma Quadro Settore Istruzione – Intervento Recupero e Riqualificazione del patrimonio insfrastrutturale degli Istituti Scolastici Pugliesi”.

Lo scorso Aprile sono stati completati i lavori di riparazione della scuola materna Capozzo sita in Viale della Repubblica, tra gli edifici rimasti danneggiati dalla eccezionale ondata di gelo che si è abbattuta sulla nostra regione a gennaio.

Adesso è la volta della Giovanni XXIII e, in particolare, della Palestra in Via Vincenzo Episcopo, sinora sottoposta soltanto ad “interventi tampone”.

Palestra Giovanni XXIII bagni spogliatoi

Palestra Giovanni XXIII bagni spogliatoi

Lo scorso 26 giugno è stato firmato il contratto di appalto con l’impresa edile assegnataria Ing. Oronzo Caradonna di Bari, mentre gli interventi sono previsti in questi mesi di chiusura scolastica.

I lavori riguarderanno la palestra suddivisa in tre zone distinte:  1) la palestra coperta; 2) gli spogliatoi; 3) l’aria esterna adibita ad attività libera

Saranno sostituiti i serramenti esistenti, i quali non sono funzionanti nella meccanica a causa della vetustà, si realizzerà un nuovo impianto di riscaldamento e sarà rimodulata la distribuzione interna degli spogliatoi, in modo da consentire un maggior comfort nell’utilizzo degli spazi.

Saranno anche rimossi e ricostruiti gli intonaci in fase di distacco sia esternamente che internamente.

È prevista, inoltre, l’impermeabilizzazione della copertura e la protezione del fabbricato dalle acque meteoriche con scossaline in lamiera, la sostituzione del portone d’ingresso e dell’intera pavimentazione, oltre al completo rifacimento degli impianti idrici.

Palestra Giovanni XXIII bagni studenti

Palestra Giovanni XXIII bagni studenti

La palestra dispone di spogliatoi e relativi bagni e docce ad uso degli studenti, oltre che di uno spogliatoio e relativi servizi igienici ad uso della palestra, strutture che, nel corso degli anni, erano state interessate da numerose perdite, dovute essenzialmente alla vetustà degli impianti e ad otturazioni provocate da un uso inappropriato degli apparecchi sanitari o da atti vandalici.  

Anche i rivestimenti e i pavimenti sono oramai molto deteriorati e pertanto si sono resi opportuni interventi di sostituzione complessiva.

Palestra Giovanni XXIII

Vani finestre esterne

A servizio dei bagni e delle docce, inoltre, saranno installati due generatori termici, eseguite la manutenzione e la messa in sicurezza dell’impianto elettrico, sostituite le porte interne e realizzato un impianto di acqua calda sanitaria da solare termico.

Per ragioni di sicurezza, saranno inoltre chiusi due vani finestre esterne che permettono l’accesso dall’attuale spogliatoio all’area esterna.

Saranno sostituiti anche gli infissi esterni poiché gli esistenti sono caratterizzati da basse prestazioni energetiche con proprietà termoacustiche inadeguate; si prevede, pertanto, l’installazione di infissi in pvc per contenere i valori di trasmittanza termica nei limiti previsti dalle norme vigenti e migliorare, inoltre, l’isolamento acustico, garantendo così un maggior comfort ambientale.

 

Potrebbero interessarti anche...

Shares