Una “Prima” personale del tutto speciale per LilKa, al secolo Liliana Capozzo

Shares

La personale dell’artista acquavivese Liliana Capozzo si terrà dal 7 al 30 novembre presso l’università eCampus, in piazza Giulio Cesare a Bari.

Ha la robustezza di una antologica, questa prima mostra personale di Liliana Capozzo (LilKa), ma ha anche la freschezza e la spontaneità di chi si accinge per la prima volta ad affrontare un pubblico sconosciuto in un ambiente affatto familiare.

Una mostra “Dedicata a chi, come me, ancora si incanta a giocare con le forme delle nuvole”.

Liliana Capozzo LilKa

Liliana Capozzo (LilKa),

L’acquavivese Liliana Capozzo si cimenta, non senza timore, in questa “Prima” mostra personale. Apparentemente sicura e spavalda, indossa una maschera di timidezza, che viene però sopraffatta dalla sua determinazione e dalla grande voglia di crescita professionale.

Ha superato brillantemente l’esame della laurea triennale, in Decorazione presso l’accademia di Belle Arti di Bari, e ovviamente si è iscritta al livello superiore, per la specialistica.

La sua pittura è frutto di una valutazione costante della sua gamma colorimetrica, e soprattutto del disegno che è per lei fonte di continua ricerca e innovazione.

Il suo sogno non visibile è di essere “ri__conosciuta” anche per l’arte visiva. Come citava Jules Feiffer, scrittore, fumettista, cartoonist e vignettista statunitense “Gli artisti possono colorare il cielo di rosso perché sanno che è blu. Quelli di noi che non sono artisti devono colorare le cose come realmente sono o la gente penserebbe che sono stupidi”.

Questa giovane artista ha fatto suo questo aforisma e già da piccolissima – questa è la sua storia personale – disdegnava i giocattoli per colorare case e cose con il suo istinto primordiale.

“Il pennello sta alle mie dita come l’archetto al violino, e assolutamente per mio piacere”. Questa figura retorica è nella realtà Liliana Capozzo.

Chi è Liliana Capozzo

Liliana Capozzo, nasce ad Acquaviva delle Fonti, il 28 novembre 1995. Ha conseguito la maturità linguistica nel 2014. Ha conseguito la laurea triennale in Decorazione. Frequenta la specialistica in moda e fashion design presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Artista dalla mano gentile, nella sua ricerca artistica predilige un tratto misurato e preciso. Dalle opere traspare una visione attenta, quasi ossessiva della realtà in ogni suo dettaglio: nel pieno rispetto della mimesi della natura, nascono forme e volumetrie partorite non solo da semplici linee, ma da sapienti giochi di luci e di ombre, che creano morbide atmosfere sfumate. L’eclettico uso delle tecniche, come il pastello, l’acquerello, la penna e la grafite dà vita a soggetti che, naturalissimi nella loro bellezza o disarmonia, hanno una presenza spirituale e fisica.

 

Ha partecipato a:

2015 – “Il Mondo di San Nicola”, Teatro Margherita, Bari.
 
2016 – “El signo de la pasiòn-disegni contemporanei di Italia e Spagna a confronto”, Accademia di Belle Arti di Madrid e Accademia di Belle Arti di Mola / Festival URTIcanti, Teatro Kismet Opera, Bari. / “Partenze”, Museo Civico, Bari /“Distance and Desire”, EXPERIENCE, Palazzo Verrone, Bari.
 
2017 -“Nikolart”, Spazio Murat, Bari / 2018 – esposizione di due ritratti al “George Feher Symposium”, University of California, San Diego. 
 
Contributo tratto da Noi che l’Arte – Associazione Culturale Bari – Milano per la promozione dei giovani artisti.

Potrebbero interessarti anche...

Shares