Poesia e Lotta alla Mafia sui Totem Premius con le parole della Merini

Shares

I versi di una grande poetessa, Alda Merini, viaggeranno oggi sui Totem Premius, il più importante centro commerciale diffuso del Sud.

Succede con la partnership Comune di Acquaviva-Premius. L’Ente locale ha deciso di celebrare il 21 marzo, giornata della Memoria e dell’Impegno contro la mafia e giornata mondiale della Poesia, facendo pubblicare sul canale commerciale un bel video su cui scorrono le parole dedicate a Giovanni Falcone della grande scrittrice milanese – legata ad Acquaviva dalla sua amicizia con Giuseppe D’Ambrosio Angelillo, il poeta-editore scomparso nel 2017.

Poesia e Lotta alla Mafia sui Totem Premius con le parole della Merini

Un componimento insolito, nella produzione letteraria della Merini, che di solito privilegiava i toni intimistici ed esistenziali. Quello dedicato al magistrato ucciso dalla mafia, invece, è un grido di dolore civile, che oggi vibrerà nei negozi e nei bar sui totem di “Premius – La città ti premia”, un progetto sviluppato e promosso dalla Sugarmedia, società facente parte di un consolidato gruppo industriale che opera da oltre 25 anni nel mercato dei servizi e prodotti per la comunicazione pubblicitaria e digitale.

Un sistema di comunicazione multicanale che si avvale di strumenti unici, certificati e brevettati, quali dispenser e totem pubblicitari, installati direttamente presso le attività commerciali.

L’Amministrazione comunale ha voluto affidare così a questo nuovo linguaggio comunicativo il compito di ricordare e far riflettere sui tanti uomini e donne cadute nella lunga guerra alla criminalità organizzata che ha insanguinato la nostra Italia.

E non è una scelta casuale.

“Alla base del progetto “Premius” c’è la volontà di far riscoprire il rapporto umano dell’acquisto”, spiegano infatti i manager dell’azienda acquavivese.

Poesia e Lotta alla Mafia sui Totem Premius con le parole della Merini

Poesia e Lotta alla Mafia sui Totem Premius con le parole della Merini

Non mera promozione, dunque, ma una relazione emotiva con il cliente/cittadino/persona, al quale porgere non solo un prodotto ma anche un tema civile e l’amore verso una delle arti più profonde create in ogni latitudine dall’uomo, la poesia.

“Contaminare comunicazione istituzionale, letteratura e marketing facendoli sconfinare dai propri ambiti è un’operazione che si può rivelare fecondadice il sindaco Davide Carlucci e se vogliamo davvero diffondere cultura e consapevolezza dobbiamo provare anche ad abbandonare i luoghi tradizionali e cercare chi normalmente non legge o non è predisposto a cogliere un certo genere di messaggi”.

Totem Premius con le parole della Merini

Poesia e Lotta alla Mafia sui Totem Premius con le parole della Merini

Potrebbero interessarti anche...

Shares