Abbandono rifiuti, l’Assessore Caporusso traccia un primo bilancio delle attività di controllo

Shares

Con un nuovo comunicato l’Assessore all’Ambiente Venturina Caporusso traccia un primo bilancio delle attività di controllo svolte per arginare il fenomeno dell’abbandono selvaggio dei rifiuti.

L’Assessore Caporusso rinnova l’appello ai cittadini in primis, agli operatori ecologici, ai vigili urbani, alle guardie zoofile e ambientali, alla polizia forestale e a tutti coloro che vorranno continuare a collaborare per rendere Acquaviva uno dei comuni più virtuosi d’Italia.

Abbandono rifiuti, l’Assessore Caporusso traccia un primo bilancio delle attività di controllo

Abbandono rifiuti, l’Assessore Caporusso traccia un primo bilancio delle attività di controllo

Di seguito, la nota dell’Assessore Caporusso:

“Cari cittadini,
è con grande dispiacere che vi comunico che in questi giorni abbiamo notificato a diversi cittadini acquavivesi delle sanzioni per aver abbandonato rifiuti per strada.

In un caso, l’abbandono è stato effettuato nei pressi di un cestino gettacarte, e grazie al codice riportato sulla busta gialla per la raccolta della plastica, abbiamo individuato il trasgressore.

In un altro caso, invece, il pronto intervento della Polizia Municipale ha permesso di cogliere in flagrante il responsabile che si è giustificato dicendo che “Devo raggiungere frettolosamente il Miulli e per questo abbandono i rifiuti “.

In altri tre casi, grazie a controlli effettuati dalle Guardie Zoofile e ambientali, si è rinvenuti a tracce lasciate tra i rifiuti abbandonati, individuando così i responsabili.

In aumento le segnalazioni che stiamo ricevendo dai cittadini che tempestivamente riescono a fotografare i trasgressori.

Ricordo a tutti, che nel comune di Acquaviva delle Fonti facciamo la raccolta differenziata e che maggiore è la separazione dei rifiuti che effettuiamo (umido, plastica, carta, vetro e infine indifferenziato) minore è il rifiuto che conferiremo in discarica, minore ovviamente saranno i costi.

Come già detto, nel comunicato del giorno 8 agosto 2018, faccio ancora appello ai cittadini in primis, agli operatori ecologici, ai vigili urbani, alle guardie zoofile e ambientali, alla polizia forestale e a tutti coloro che vorranno continuare a collaborare per rendere Acquaviva uno dei comuni più virtuosi d’Italia”.

Acquaviva delle Fonti 02 Ottobre 2018
L’Assessore all’Ambiente, Venturina Caporusso

Potrebbero interessarti anche...

Shares