Rifiuti, bocciata la proposta dell’opposizione ma la maggioranza apre alle associazioni

Shares

La minoranza Pistilli-5 Stelle non vota la commissione sull’appalto rifiuti ma la maggioranza decide di andare avanti, ampliando la commissione sulla Tari anche a questo argomento e coinvolgendo le associazioni.

Non ci sarà nessuna commissione speciale d’inchiesta sull’appalto dei rifiuti, come proposto da una parte della minoranza.

Ma il tema sarà affrontato lo stesso all’interno della commissione sulla Tari già approvata in giunta, aprendo la porta anche alle associazioni cittadine, come ha proposto la maggioranza e il consigliere d’opposizione Francesco Colafemmina.

 Rifiuti, bocciata la proposta dell'opposizione ma la maggioranza apre alle associazioni

 Rifiuti, bocciata la proposta dell’opposizione ma la maggioranza apre alle associazioni

È questo l’esito della votazione del consiglio comunale che si è celebrato ieri.

L’opposizione pistilliana e dei Cinque stelle voleva su questo punto un consiglio comunale monotematico. Richiesta cassata: del punto si è discusso insieme ad altri argomenti in seduta ordinaria.

Per cercare un compromesso con le minoranze, il Sindaco Davide Carlucci e gli altri consiglieri di maggioranza hanno proposto di estendere da quattro a sei i consiglieri che possono far parte della commissione, includendo anche la questione della sentenza del Consiglio di Stato che dà torto all’associazione temporanea di imprese Cns-Del Fiume che due anni fa si aggiudicò l’appalto per la raccolta differenziata porta a porta nell’Aro Bari 5, l’ambito che comprende i Comuni di Acquaviva, Casamassima, Gioia del Colle, Sammichele e Turi.

I consiglieri Franco Pistilli, Tommaso Montenegro, Pietro D’Antini, Domenico Maurizio, Alessandro Laera, tuttavia, hanno detto di no. E così il loro punto è stato bocciato.

Potrebbero interessarti anche...

Shares