Rifiuti in campagna, sanzione da 1.800 euro per un acquavivese

Shares

I Vigili Urbani di Acquaviva, in sinergia con la Polizia Metropolitana, impegnati nel contrasto alle attività illecite di smaltimento rifiuti, hanno individuato e sanzionato una persona responsabile di abbandono di rifiuti in via Gabriele D’Annunzio, zona San Pietro.

Gli Agenti, per accertare l’illecito, hanno utilizzato  le immagini dell’impianto di videoregistrazione mobile installato in zona.

Una tecnica da tempo adottata dagli organi di controllo, che richiede un’attività spesso non semplice, ma consente di ottenere riscontri univocamente riconducibili al responsabile dell’abbandono.

Rifiuti in campagna

Rifiuti in campagna, sanzione da 1.800 per un acquavivese

L’esame delle immagini videoregistrate ha portato all’identificazione di un cittadino acquavivese cui sono state contestate tre distinte contravvenzioni di illecito abbandono di rifiuti.

L’autore di questo scempio, infatti, é stato ripreso dalla videocamera per ben tre volte, in giorni diversi, mentre abbandonava rifiuti e, per questo, pagherà complessivamente 1.800 euro, cioé tre volte la sanzione amministrativa di 600 euro prevista in questi casi dal codice dell’ambiente.

Rifiuti in campagna

Rifiuti in campagna, sanzione da 1.800 per un acquavivese

Il Comando di Polizia Municipale di Acquaviva continua a monitorare, con agenti in borghese e videotrappole, anche altre aree di campagna nelle quali, solitamente, si accumula un crescente volume di rifiuti depositati in modo incontrollato da ignoti.

Rifiuti in campagna

Rifiuti in campagna, sanzione da 1.800 per un acquavivese

Tale attività integra il normale controllo del territorio effettuato in via ordinaria, anche nelle zone rurali, e proseguirà ancora per l’individuazione di altri soggetti responsabili di abbandoni nelle campagne di rifiuti di vario tipo.

Potrebbero interessarti anche...

Shares