Riqualificato il piazzale della scuola Aldo Moro di Acquaviva delle Fonti

Shares

La riqualificazione del piazzale della scuola Aldo Moro di Acquaviva, realizzata dal Formedil di Bari nella modalità formativa del Cantiere Scuola, ha coinvolto giovani ospiti degli SPRAR di Sannicandro e Cassano. 

Acquaviva delle Fonti, 20 dicembre 2018 – È stato inaugurato, con una cerimonia di consegna ufficiale alla città di Acquaviva delle Fonti e alla scuola, il nuovo piazzale antistante all’istituto scolastico ‘Aldo Moro’.

Il recupero dell’opera, realizzato e donato dal Formedil-Bari, l’ente bilaterale per la formazione professionale in edilizia del territorio barese, si è sviluppato nella modalità formativa del Cantiere Scuola, a seguito di un protocollo di intesa sottoscritto con il Comune di Acquaviva delle Fonti e l’Istituto comprensivo ‘Caporizzi-Lucarelli’.

inaugurazione del nuovo piazzale della scuola Aldo Moro di Acquaviva delle Fonti

Il taglio del nastro alla cerimonia di inaugurazione del nuovo piazzale della scuola Aldo Moro di Acquaviva delle Fonti

La formula, già utilizzata dal Formedil-Bari per recuperare la palestra del quartiere San Pio di Bari e il sagrato della chiesa Santa Maria del Suffragio di Modugno, sta consentendo il recupero di beni pubblici in precarie condizioni offrendo opportunità formative per giovani disoccupati o a rischio di esclusione sociale.

In questa occasione, l’opportunità offerta ai giovani di Acquaviva delle Fonti e dei comuni limitrofi non è stata colta da alcun disoccupato del territorio; solo un giovane barese e quattro ragazzi richiedenti asilo agli SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) di Sannicandro e Cassano hanno manifestato interesse e partecipato al cantiere.

Gli allievi, dopo una fase iniziale di formazione teorica nel Formedil-Bari per imparare i primi rudimenti del mestiere, sono stati coinvolti in uno stage operativo, coordinati da maestranze dell’ente formativo, per il rifacimento della pavimentazione, attrezzata con arredi utili per attività didattiche e per lo svago di bambini e famiglie.

Dopo la benedizione dell’area esterna della scuola da parte del vescovo di Altamura – Gravina – Acquaviva delle Fonti Monsignor Giovanni Ricchiuti, sono intervenuti alla cerimonia il sindaco di Acquaviva delle Fonti Davide Carlucci, il dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo ‘Caporizzi – Lucarelli’ Anna Maria Bosco, il presidente del Formedil-Bari Michele Matarrese e Giovanni Cordasco, promotore dell’iniziativa e già vice presidente del Formedil – Bari.

inaugurazione del nuovo piazzale della scuola Aldo Moro di Acquaviva delle Fonti

Cerimonia di inaugurazione del nuovo piazzale della scuola Aldo Moro di Acquaviva delle Fonti

Il sindaco di Acquaviva delle fonti Davide Carlucci, dopo aver ringraziato del dono il Formedil-Bari, ha ricordato che «anche nei confronti del progetto appena lanciato ‘Le officine della legalità’ che prevede attività di trasformazione agroalimentare da realizzarsi in beni confiscati alla criminalità, sembra esserci interesse solo di ragazzi migranti. Purtroppo, il pensiero che forme assistenzialistiche come redditi di inclusione, dignità o cittadinanza non motivino i disoccupati italiani a impegnarsi nel trovare un lavoro comincia a farsi strada».

Cerimonia di inaugurazione del nuovo piazzale della scuola Aldo Moro di Acquaviva delle Fonti

«Dopo la riuscita delle iniziative realizzate al quartiere San Pio di Bari, a Modugno e Acquavivaha ricordato Michele Matarrese presidente del Formedil-Bariauspichiamo che interventi formativi e sociali come quelli che sta erogando la nostra scuola in grado di favorire l’occupazione giovanile dei ragazzi e di trasferire sia nozioni teoriche che esperienze pratiche, possano prevedere sostegni finanziari pubblici».

«Siamo lieti di aver contribuito alla realizzazione di un’opera fruibile da bambini e famiglie del territorioha dichiarato Giovanni Cordasco, già vicepresidente del Formedil-Bari e promotore dell’iniziativae, soprattutto, di aver messo in sicurezza il piazzale della scuola. C’è il rammarico di non aver trovato giovani disoccupati del territorio interessati a imparare il mestiere di operatore edile lavorando a questa riqualificazione, ma siamo contenti della collaborazione con gli SPRAR del territorio che ci hanno segnalato quattro volenterosi migranti; coordinati da maestranze specializzate del Formedil-Bari, hanno dimostrato dedizione al lavoro, imparando i primi rudimenti del mestiere che ci auguriamo possano svolgere in futuro con successo».

Gli alunni della scuola dell’infanzia e primaria, durante la cerimonia, hanno regalato ai gentili ospiti una breve performance in segno di gratitudine per il dono della nuova aria esterna nella quale potranno svolgere le attività motorie ludiche con Gioiosa spensieratezza e rinnovata fierezza della propria scuola. 

II nuovo piazzale della scuola Aldo Moro di Acquaviva delle Fonti

 

Potrebbero interessarti anche...

Shares