Il sindaco presenta ai manager una proposta per l’Ex Miulli

Shares

congresso-anciRiconvertire l’ex ospedale Miulli in un polo sociosanitario pubblico-privato nel quale fare ricerca, formazione, assistenza di base, riabilitazione, medicina di prevenzione e servizi sanitari.

E’ la proposta che il sindaco di Acquaviva, Davide Carlucci, illustrerà domani a Bari durante il congresso nazionale dell’Anci, l’associazione dei Comuni italiani.

Si intitola “Le Città di Domani, competenze e responsabilità per la rigenerazione urbana” l’incontro che si terrà a Bari dalle 16 alle 18 presso il Nuovo Padiglione della Fiera del Levante Sala Healt City. L’incontro sarà l’occasione per presentare l’indagine condotta per #Prioritalia da G&G Associated Leadership civiche per le Città di Domani: le competenze dei manager per generare sviluppo?. #Prioritalia è l’associazione nata nel 2012 dalle organizzazioni dei dirigenti, dei quadri e delle alte professionalità italiane (Cida, Federmanager, Manageritalia, Fenda, Fidia, Sindirettivo Centrale) per valorizzare l’intelligenza giovane e innovativa del Paese e promuovere processi di modernizzazione e di sviluppo diffusi. Dopo la presentazione dell’indagine, interverranno tra gli altri alla tavola rotonda Programmazione, governance e sviluppo urbano: Vincenzo Brandi, vice Sindaco e Assessore al Patrimonio Comune di Bari; Davide Carlucci, Sindaco di Acquaviva delle Fonti (Ba) ; Francesco Ruggiero, Politecnico di Bari; Beppe Fragasso, Presidente Ance Bari e Bat; Domenico Perrini, Presidente Ordine degli Ingegneri Provincia di Bari ; Ado Gavioli, Block Shaft Group. Apriranno i lavori Giuseppe Monti, Presidente Manageritalia Bari e Vincenzo Marucci, Presidente Federmanager Puglia. Li chiuderà Marcella Mallen, Presidente Prioritalia.

Carlucci, illustrerà qual è stato il processo avviato dal Comune di Acquaviva in materia di rigenerazione urbana. Il Comune, infatti, ha avviato con l’associazione Small un percorso di studio di esplorazione dei luoghi dismessi della città (ex macello, ex oleificio, ex cantina sociale, eccetera). E’ in corso, inoltre, un percorso di partecipazione per il recupero dell’ex macello comunale, che fa seguito a un progetto avviato in collaborazione con Murgiafor e l’associazione di Comuni “Cuore della Puglia”. Sull’ex distilleria è stato avviato con soggetti privati una pianificazione condivisa per superare il degrado di un grande polo postindustriale.

Il Comune inoltre sta redigendo un documento di rigenerazione urbana nel quale definire gli ambiti in cui sviluppare la riqualificazione urbana.

miulli-direzione-sanitariaMa la sfida più importante riguarda l’area dell’ex  Miulli: l’incontro di Prioritalia sarà anche l’occasione per lanciare l’idea di un polo sanitario nel quale fare ricerca, formazione e prevenzione in campo sanitario. E’ di questi giorni, infatti, la notizia che la Regione ha dato l’assenso (condizionato al parere del Demanio sulla congruità dei prezzi) all’acquisto, da parte della Asl, di una parte del complesso immobiliare dove ospitare gli uffici dell’azienda sanitaria locale presenti in città. Per questo il Sindaco di Acquaviva si sta adoperando per formulare una proposta di utilizzo degli edifici restanti, stimolando i privati interessati al riutilizzo degli immobili, fermi restando i vincoli urbanistici che caratterizzano l’area come destinata a edilizia sanitaria.

Potrebbero interessarti anche...