Teatro, cibo, letteratura: torna il Festival della Polemica con degustazione spettacolare finale

Shares

Due giorni di incontri, spettacoli teatrali itineranti, live show e degustazioni.

Parte mercoledì la quinta edizione del Festival della Polemica, la rassegna organizzata dal Comune di Acquaviva delle Fonti incentrata sul confronto dialettico tra le opinioni.

Festival della Polemica

Festival della Polemica

Mercoledì 11 si comincia con la presentazione del libro “Nessuno può fermarmi”, della giornalista e scrittrice Caterina Soffici.

Il romanzo rielabora la storia del naufragio dell’Arandora Star, la nave carica di internati italiani deportati dall’Inghilterra dopo la dichiarazione di guerra firmata da Mussolini nel 1940 e bombardata dai tedeschi.

Il tema dunque è quello del sospetto e della xenofobia nei confronti degli stranieri che provengono da territori percepiti come “pericolosi” perché governati da regimi aggressivi o segnati da conflitti e terrorismo.

Festival della PolemicaA intervistare Caterina Soffici, alle 20 in via Lanza, per questo, sarà Taisyr Hasan, giornalista pubblicista e presidente emerito dell’associazione Palestinesi di Puglia e Basilicata.

Poco dopo, alle 21, la compagnia “Onirica Teatro” inscenerà per le vie del centro storico lo spettacolo “L’interminabile e breve polemica degli artigiani del sogno di una notte di mezza estate”, liberamente tratto dalla nota opera di Shakespeare.

Il giorno dopo si cambia tema e si parla di cibo. Quello del passato e quello del futuro. Da una parte la scrittrice Rita Monastero, anche conosciuta come “Lovely Cheffa”, autrice di numerosi libri sui piatti e le ricette “dimenticate”, dall’altra Angelo Lazazzera, inventore del marchio “U-Tub”.

A fare da moderatore sarà Raffaele Tiberino, titolare della Sudalimenta, storica azienda barese che oggi è diventata fornitrice ufficiale dei pasti creati per gli astronauti.

Seguirà uno show dedicato al cibo con il comico barese Davide Ceddia e una degustazione di prodotti tipici locali cucinati in modo “cult” dalle signore e i signori del Centro Sociale Polivalente per Anziani.

Potrebbero interessarti anche...

Shares