Un Precetto Pasquale per chi vigila sulla nostra incolumità

Shares

Alle 10.30 di ieri, in vista dell’imminente ricorrenza religiosa, nella Cattedrale di Acquaviva delle Fonti, Don Nicola Masci, Cappellano Militare della Legione Puglia, ha officiato la Santa Messa di Precetto Pasquale per l’Arma dei Carabinieri.

Il solenne momento religioso si è svolto alla presenza del Comandate di Compagnia di Gioia del Colle, Maggiore Ennio MAGLIE, del Comandate della locale Stazione, Luogotenente Carica Speciale Domenico SOLETI, nonché di tutti i Comandanti delle Stazioni dipendenti dalla Compagnia di Gioa del Colle. Nutrita, inoltre, anche la rappresentanza dei Carabinieri in congedo aderenti alle molteplici sezioni territoriali dell’Associazione Nazionale.

Un Precetto Pasquale per chi vigila sulla nostra incolumità

Un Precetto Pasquale per chi vigila sulla nostra incolumità

Graditissimi ospiti della Cerimonia religiosa, i piccoli alunni della scuola elementare dell’Istituto Comprensivo Caporizzi – Lucarelli, che si sono uniti alla celebrazione con le loro preghiere.

Un Precetto Pasquale per chi vigila sulla nostra incolumità

Un Precetto Pasquale per chi vigila sulla nostra incolumità

La messa è stata allietata dalle splendide note musicali e dal gentil canto del Coro Cittadino “Don Cesare Franco”, diretto dal Prof. Franco Chiarulli, che ha dato modo di apprezzare la potenza e l’armonia dell’antico Organo della nostra Cattedrale, realizzato dalla casa Vegezzi-Bossi ed inaugurato nel 1907 con il concerto dei Maestri La Rotella e Tritta del Conservatorio di Bari.

Erano con lui 30 Coristi, che hanno cantato pregando con il cuore rivolto a tutte le Forze dell’Ordine Italiane e alle tante vittime del dovere.

Un Precetto Pasquale per chi vigila sulla nostra incolumità

Un Precetto Pasquale per chi vigila sulla nostra incolumità

Il Precetto Pasquale che si è celebrato ieri nella nostra cittadina non è stato un momento tutto interno alla Benemerita, ma un’occasione di ritrovo per una comunità, quella dei Carabinieri della compagnia di Gioia del Colle, dei Vigili Urbani, della Vigilanza Campestre, della Croce Rossa, dell’Istituto di Vigilanza “La Fonte”, delle associazioni Overland Ovunque e di altre organizzazioni a vario titolo impegnate a garantire la sicurezza e la protezione civile nella nostra città.

Un Precetto Pasquale per chi vigila sulla nostra incolumità

Un Precetto Pasquale per chi vigila sulla nostra incolumità

Una bella occasione di confronto fra persone che si prendono cura dell’incolumità dei cittadini e in particolare dei soggetti più deboli che hanno celebrato, in modo molto significativo, ma al tempo stesso semplice e fedele alle tradizioni, il precetto pasquale.

Un Precetto Pasquale per chi vigila sulla nostra incolumità

Un Precetto Pasquale per chi vigila sulla nostra incolumità

“È stato per me un momento di ringraziamento, per tutti e in particolare per i militari dell’Arma, che in ogni parte d’Italia rappresentano l’unità della nostra Nazione ha dichiarato il Sindaco di Acquaviva Davide CarlucciUn pensiero particolare va inoltre al Carabiniere Giovanni Corinto Liberto, medaglia d’argento al valore civile, ucciso da un rapinatore nel corso del servizio il 29 marzo 1988 a Camerino, e ad Antonio Dinielli, Agente della Polizia di Stato, medaglia d’oro al valore civile e morto nel corso di un inseguimento il 23 novembre 2005 a Bari. Entrambi hanno dato la vita per noi e per questo continuiamo a ricordarli con immensa gratitudine”.

Potrebbero interessarti anche...

Shares