Le donne di VIVA respingono la strumentalizzazione delle ” Quote Rosa “

Shares

12063383_1723978607822367_5692609977642039627_n

Noi consigliere dei gruppi politici “ Viva” e Nuova Acquaviva”, composti al 100 per cento da donne, respingiamo la strumentalizzazione della questione delle quote rosa operata dalla minoranza che si è allontanata dall’aula ed ha abbandonato, chiassosamente, i lavori del consiglio comunale celebratosi oggi, 9.03.2016.

L’accusa rivolta al Sindaco ed alla maggioranza politica di agire illegalmente ed il contestuale richiamo agli articoli della Costituzione Italiana che impone ai “ cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche ……..il dovere di adempierle con disciplina ed onore”, oltre che infondati appaiono paradossali alla luce dei comportamenti ripetutamente assunti da taluni componenti della minoranza ai quali è imposto il rispetto degli stessi principi. 

Le politica di questa minoranza e, ribadiamo, il comportamento assunto da taluno dei suoi consiglieri non vanno in questa direzione. Da diversi mesi, ormai, la minoranza diserta, immotivatamente, i lavori delle Commissioni consiliari che sono luoghi istituzionali in cui il confronto e l’azione politica sono propedeutiche alle decisioni che ricadono sulla vita della Città. E spesso in Consiglio ascoltiamo toni aggressivi e offensivi non conformi agli invocati principi di disciplina e onore il cui rispetto si pretende dagli altri.

Legittimo azionare gli strumenti che mirano al rispetto delle Leggi (Legge n.56/2014 c.d. Delrio), ma è paradossale ascoltare appelli al rispetto della parità di genere da parte di soggetti appartenenti a forze politiche (il centro destra) che non ha votato in Parlamento la Legge Delrio e che nel Consiglio Regionale della Puglia è stata determinante nella bocciatura della proposta c.d. “ 50e50” ; proposta che avrebbe consentito la reale parità nella questione della rappresentanza di genere. Con il risultato che oggi abbiamo un Consiglio Regionale con una schiacciante presenza maschile.

Ricordiamo da ultimo, soprattutto a noi stesse, che quando ha governato ad Acquaviva delle Fonti, il centro destra non ha certo brillato per la presenza femminile. L’argomento è sicuramente rilevante ma non quanto le emergenze che la Città ci chiede di affrontare e risolvere Definitivamente e rispetto alle quali, purtroppo, la minoranza non si lascia appassionare.
Attollino Angela
Casalino Caterina
Pellecchia Luisa
Vavalle Anna Maria

La pagina facebook del Movimento VIVA

Potrebbero interessarti anche...

Shares