Sicurezza, siglato Protocollo d’Intesa tra Comune di Acquaviva e Comando Carabinieri

Shares

E’ stato firmato stamattina un protocollo d’intesa tra il Comune di Acquaviva delle Fonti ed il Comando Stazione Carabinieri di Acquaviva delle Fonti.

Nella stretta collaborazione tra Comune e Compagnia dei Carabinieri di Acquaviva, questa mattina, dopo un atto di approvazione della Giunta, è stata stipulata una convenzione per consentire il collegamento telematico alla banca dati dell’anagrafe comunale, in modo da poter consultare in tempo reale i dati necessari per l’adempimento di compiti istituzionali dell’Arma dei Carabinieri.

Comune di Acquaviva e Comando Carabinieri

Il Sindaco Davide CARLUCCI e il Comandate della locale Stazione Carabinieri, Luogotenente Carica Speciale Domenico SOLETI

Il Comune di Acquaviva è dotato di apposito software che permette la consultazione on line dei contenuti della banca dati anagrafica comunale, nel rispetto di tutti i requisiti previsti in materia di sicurezza dei dati personali.

L’accesso via web alla banca dati dell’anagrafe comunale consente una maggiore efficienza ed efficacia, nonché una raccolta tempestiva delle informazioni, dell’attività di pubblica sicurezza, oltre ad una semplificazione dell’attività degli uffici comunali, non dovendo più ricevere le forze dell’ordine durante gli orari di apertura al pubblico.

La consultazione avverrà con l’assegnazione di credenziali utente per i militari identificati dal Comandante della Compagnia.

I vantaggi del Protocollo d’Intesa tra Comune di Acquaviva e Comando Carabinieri

Questa convenzione permette di facilitare il lavoro alle forze dell’Ordine, che saranno 24 ore su 24 in condizione di accedere alla banca dati, e di rafforzare la nostra collaborazione con l’Arma

Un’opportunità che sosterrà l’attività investigativa e di controllo dei Carabinieri, che saranno 24 ore su 24 in condizione di accedere alla banca dati e potranno effettuare in autonomia tutte le attività di accertamento d’ufficio secondo i profili individuati dal D.Lgs. n. 82/2005 e dal D.P.R. n. 223/1989.

L’attivazione del servizio di consultazione on line dei dati contenuti nell’anagrafe comunale sarà svolta nel rispetto dei requisiti previsti in materia di sicurezza e privacy dei dati personali.

La legge sulla protezione dei dati personali, infatti, non ostacola la consultazione per via telematica degli atti anagrafici da parte della locale stazione dell’Arma dei Carabinieri.

La normativa sugli atti anagrafici (D.P.R. 223 del 1989) regola in modo specifico la consultazione dei medesimi atti da parte degli appartenenti alle forze dell´ordine, consentendo a queste ultime di accedere direttamente all’ufficio anagrafe e di consultare gli atti anagrafici anche mediante terminali.

Potrebbero interessarti anche...

Shares