Velocittà: la velostazione del comune di Acquaviva si aggiudica l’avviso pubblico

Shares

Si chiama Velocittà la nuova velostazione di Acquaviva delle Fonti, nei locali inutilizzati della stazione ferroviaria FS, dove sorgeranno un parcheggio per le bici, una ciclofficina, e altri servizi legati alla mobilità sostenibile.

L’intervento sarà realizzato grazie all’Avviso Pubblico “Interventi per la realizzazione di velostazioni all’interno o in prossimità di stazioni ferroviarie” di cui il comune di Acquaviva delle Fonti è risultato vincitore con un finanziamento di € 299.839.

La nuova velostazione “Velocittà” costituisce un elemento di attuazione del Pums, il Piano Urbano della Mobilità sostenibile, già adottato dall’Amministrazione comunale.

Velocittà: la velostazione del comune di Acquaviva si aggiudica l’avviso pubblico

Velocittà: la velostazione del comune di Acquaviva si aggiudica l’avviso pubblico

La velostazione di Acquaviva delle Fonti svolgerà un ruolo di interscambio fra bicicletta e trasporto pubblico ferroviario, che sarà di supporto al rilevante numero di utenti che frequentano gli istituti superiori o il polo di eccellenza sanitario del Miulli.

La nuova velostazione “Velocittà” è concepita come un punto di accoglienza, consulenza, formazione e servizi sulla ciclabilità, uno spazio aperto a cittadini, turisti, appassionati, imprese e city-users orientati su stili di vita e prodotti legati all’utilizzo della bicicletta.

Un punto d’incontro della bike community già radicata, predisposto per raccoglierne le esperienze, dare informazioni, accogliere e promuovere l’offerta del cicloturismo urbano ed extraurbano, proporre soluzioni per spostamenti intermodali a privati e aziende.

La struttura sarà dotata anche di sistemi tecnologici all’avanguardia, gestiti tramite una app e offrirà una serie di servizi fra i quali: accoglienza con bookshop e punto ristoro, parcheggio bici custodito, ciclofficina di riparazione, cicloboutique con piccola vendita di accessori e biciclette, noleggio di biciclette, postazione di ricariche per bici elettriche, incontro e scambio della bike community, consulenza, informazione, promozione di itinerari turistici, proposta di soluzioni per spostamenti intermodali a privati e aziende, organizzazione eventi e feste a tema sulla ciclabilità.

Il sindaco Davide Carlucci sottolinea come “la velostazione è un’ulteriore piccola vittoria per Acquaviva delle Fonti, che si inserisce in un programma più vasto che l’amministrazione comunale sta portando avanti già da alcuni anni, ovvero il riuso degli edifici del patrimonio comunale, inutilizzati o sotto-utilizzati: basti pensare all’Ex Macello comunale, alle biblioteche o agli immobili confiscati alle mafie e restituiti alla comunità”.

L’assessore ai lavori pubblici Austacio Busto ribadisce che “la lungimiranza dell’amministrazione aveva già attivato una interlocuzione con FS per la concessione dei locali a scopi sociali e legati alla mobilità sostenibile. Questo ci ha permesso di partecipare e vincere il bando destinato alle velostazioni. Ora andrà ultimato il progetto esecutivo e avviato il cantiere e, soprattutto, dovrà essere bandito l’avviso per la gestione degli spazi”.

Potrebbero interessarti anche...

Shares