Da Roma, anche Abbaticchio lancia l’ ‘Onda Verde e Civica’ di Italia in Comune e i Verdi

Shares

Italia in Comune e i Verdi lanciano a Roma l’ ‘Onda Verde e Civica’

Abbaticchio (Italia in Comune): “Governo crea problemi”

In previsione delle elezioni europee, la Federazione formata da Italia in Comune, Verdi e Green Italia ha lanciato oggi a Roma, con una grande manifestazione al teatro Quirino, la lista ecologista e civica ‘Onda Verde e Civica’.

Onda Verde e Civica di Italia in Comune e i Verdi

Da Roma, anche Abbaticchio lancia l’ ‘Onda Verde e Civica’ di Italia in Comune e i Verdi

L’evento di oggi era stato preannunciato dall’ appello ‘Non c’è un Pianeta B’ per chiedere ai governi di occuparsi di qualità della vita, di lavoro, del desiderio di Comunità e del futuro di donne e uomini d’Europa.

Un appello che, nelle scorse settimane, ha suscitato l’interesse di personalità del mondo della cultura, della scienza, dell’ambientalismo, dello spettacolo e della società civile.

Oltre 100 i firmatari, tra questi l’ex ministro Massimo Bray, l’urbanista Paolo Berdini, gli esperti di finanza etica Francesco Bicciato e Ugo Biggeri, il compositore e direttore d’orchestra Nicola Piovani, il velista Giovanni Soldini, gli attori Tullio Solenghi, Pietro Sermonti, Edoardo Leo, Ottavia Piccolo, Massimo Lopez, Antonio Catania, Giobbe Covatta, Antonello Fassari, Pierfrancesco Favino, Pietro Sermonti, il giornalista e conduttore della trasmissione Atlantide di La7 Andrea Purgatori, ma anche protagonisti del mondo green, come Domitilla Senni, presidente di MedReAc, Enrico Fontana, giornalista della segreteria nazionale di Legambiente, Matilde Casa, Premio nazionale ambientalista dell’anno 2016 e Sindaco di Lauriano Torinese.

“Con questo happening aperto e partecipato per parlare del futuro dell’Europa, stiamo lanciando il nostro manifesto per chiedere che, alle Europee di maggio, si faccia crescere un’Onda Verde e Civica”, ha detto il Coordinatore regionale pugliese di Italia in Comune e Vicecoordinatore nazionale Michele Abbaticchio che ha partecipato ai lavori in qualità di relatore.

Quindi, entrando nel merito di temi più politici, nel suo intervento ha sottolineato come ” oggi, abbiamo un Governo che paghiamo per creare nuovi problemi. Che, per intenderci, sulla crisi occupazionale risponde con il reddito di cittadinanza, sulla immigrazione chiude i centri di accoglienza senza spiegare dove finiscono gli ospiti dispersi sul territorio e senza ipotizzare alcuna misura di accompagnamento, sul rilancio industriale e sulla pubblica istruzione, nonché sull’ambiente, non ha alcuna agenda politica. Insomma, rispetto al governo del PD, abbiamo stessi problemi ma con nuove drammatiche divisioni. In Europa, Italia in Comune vuole portare, attraverso l’esperienza e le ‘cicatrici’ dei comuni e dei loro amministratori, i temi, non gli slogan. E, nello specifico, quei temi che fanno del nostro un Paese ‘a marcia indietro’ e non per il ‘dramma’ della immigrazione ma per quello della emigrazione dei nostri ragazzi. Diversamente- ha concluso dal palco – voteremmo solo lo scontro fine a se stesso”.

Italia in Comune Puglia

Ufficio Stampa regionale – Laura Bienna

Potrebbero interessarti anche...

Shares