Blitz nei cantieri edili, contravvenzioni per ponteggi irregolari

Shares

Partendo da un controllo incrociato tra i dati forniti dall’Assessorato ai Tributi Locali e quelli riportati nel Registro delle Autorizzazioni, lo scorso 22 febbraio il Comando dei Vigili Urbani di Acquaviva ha ispezionato tre cantieri edili, accertando irregolarità nel pagamento della tassa per l’occupazione dei suoli e delle aree pubbliche, dovuta dai proprietari degli immobili impegnati nell’esecuzione d’interventi di costruzione e manutenzione di edifici.

Le irregolarità riguardavano l’installazione dei ponteggi, rimasti ancora su suolo pubblico nonostante fossero scadute da tempo le relative autorizzazioni comunali. Sono state elevate sanzioni con verbali da 169 euro ed imposto l’obbligo di ripresentare le domande di occupazione.

Uno dei ponteggi installati era del tutto privo di autorizzazione, perciò oltre alla sanzione gli Agenti accertatori hanno intimato l’obbligo di provvedere alla rimozione del ponteggio irregolare in 5 giorni, con ulteriori sanzioni in caso di inadempimento. A questo si aggiungerà, per tutti, il pagamento della TOSAP dovuta per il periodo di occupazione, con mora e penalità.

La tassa per l’occupazione dei suoli e delle aree pubbliche (TOSAP) è prevista dal d.lgs n. 507 del 1993 ed è dovuta per occupazioni di qualsiasi natura, effettuate, anche senza titolo, nelle strade, nei corsi, nelle piazze e, comunque, sui beni appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile dei comuni e delle province.

La tassa si applica, altresì, alle occupazioni realizzate su tratti di aree private sulle quali risulta costituita, nei modi e nei termini di legge, una servitù di pubblico passaggio.

Per queste ragioni, anche i ponteggi che l’impresa esecutrice dei lavori deve montare sono soggetti alla TOSAP.

La tassa è dovuta dal proprietario dell’edificio, normalmente titolare dell’atto di concessione o di autorizzazione edilizia.

Potrebbero interessarti anche...

Shares