Illuminazione Pubblica: arrivano i led in alcune strade della città

Shares

I lavori di ammodernamento prevedono il “relamping” degli apparecchi illuminanti dotati di lampade a vapori di mercurio, che saranno sostituiti con LED ad elevate prestazioni e con maggior efficienza energetica e di durata.

I vantaggi legati alla nuova tecnologia sono numerosi. Oltre al risparmio energetico, di circa il 70% rispetto alle lampade tradizionali, che si traduce in risparmio economico per i cittadini, anche la vita media dei nuovi corpi illuminati è di gran lunga superiore.

I sistemi di illuminazione a led, infatti, hanno una durata di vita compresa fra le 50.000 e le 100.000 ore e sono quelli che permettono il migliore ritorno economico e taglio dei costi per l’illuminazione delle aree urbane.

Illuminazione Pubblica

Illuminazione Pubblica: arrivano i led in alcune strade della città – foto web –

La tecnologia a led, inoltre, è risultata essere quella con minore bisogno di manutenzione: il tasso di rottura di un prodotto a led nell’arco di 6.000 ore è del’1%, da confrontarsi, ad es., con il 10% dell’illuminazione tradizionale.

Anche l’ambiente ne trarrà un grande vantaggio, vi sarà minor inquinamento luminoso e minori impatti sulla salute grazie alla luce bianca, priva di componenti infrarosse e ultraviolette dannose per la salute.

L’Amministrazione comunale di Acquaviva ha ritenuto di impiegare le risorse concesse con il “decreto crescita” per l’intervento di “Efficientamento energetico della rete di illuminazione pubblica aree urbane a sud e nord-est dell’abitato”, finalizzato a razionalizzare la spesa relativa alla pubblica illuminazione, intesa come costo energetico, manutentivo e di smaltimento dei rifiuti pericolosi, mediante il cosiddetto efficientamento energetico ed adeguamento/ottimizzazione della rete di illuminazione.

Per alcune strade del centro abitato risulta necessario potenziare l’impianto di illuminazione pubblica sostituendo alcuni punti luminosi obsoleti e mal funzionanti.

In particolare sono state individuate due aree urbane di interesse, così localizzate:

• area 1 sostituzione di n. 96 punti luce

via M. Scalera; via D. A. Mele; via M. Quatraro; via V. Pepe; via Lanza; traverse alle predette vie comprese tra via Roma e via Don Cesare Franco: via Mons. Cirielli, via G. Festa, via G. B. Vitale, via F. Curzio, via F. De Palma, via A. Novielli, via O. Marcellino, via Pio X; piazza S. Francesco

• area 2 sostituzione di n. 21 punti luce

via Mons. Laera per il tratto compreso tra via G. Tisci e via Salento; via G. La Pira; via Federico II di Svevia, per il tratto compreso tra via Mons. Laera e via G. Tateo; via G. Tateo, per il tratto compreso tra via G. La Pira e via Federico II di Svevia; via G. Ungaretti, per il tratto compreso tra via Mons. Laera e via R. Bocchelli.

La progettazione ha previsto il relamping degli apparecchi illuminanti dotati di lampade a vapori di mercurio (prodotti estremamente datati che, dal 2015, non possono più essere installati in riferimento alla Direttiva EuP -Energy-using Products), sostituendo i corpi illuminanti con tecnologia LED ad elevate prestazioni illuminotecniche e con maggior efficienza energetica e di durata.

L’aggiudicazione definitiva è avvenuta attraverso la procedura telematica all’interno del portale “acquistinretepa.it” in favore della ditta Stacchio Impianti S.r.l. con sede in Pollenza (MC) alla via Via Enrico Fermi 27 – p.iva 01145980437 – che ha offerto il prezzo di € 57.827,69, inclusi oneri per la sicurezza di € 3.325,62, oltre iva 10% come per legge.

Potrebbero interessarti anche...

Shares