Chirurgia Robotica: l’Unità di Urologia del Miulli Centro di Riferimento Nazionale

Shares

L’Unità Operativa Complessa di Urologia dell’Ospedale Miulli di Acquaviva è un centro di riferimento nazionale per la Chirurgia Robotica Laparoscopica e Mininvasiva.

Ce ne parla il direttore della UOC, dott. Giuseppe Mario Ludovico, pioniere di questa tecnica.

La chirurgia robotica al Miulli – Intervista al dott. Ludovico

 

La Chirurgia Robotica

La Chirurgia Robotica (Robotic Assisted Surgery) consente all’operatore di praticare un intervento chirurgico manovrando, a distanza, un robot non completamente autonomo ma capace di eseguire manovre comandate.

È una tecnica entrata in uso recentemente, sia pure in centri selezionati, e rappresenta un ulteriore passo nell’ambito della chirurgia mini-invasiva.

È una tecnica entrata in uso recentemente, sia pure in centri selezionati, e rappresenta un ulteriore passo nell’ambito della chirurgia mini-invasiva.

Ha fondamentalmente le stesse indicazioni ma, al momento, è riservata a pazienti selezionati.

Rispetto alla chirurgia video assistita tradizionale presenta alcune differenze importanti. Il chirurgo è distante fisicamente dal campo operatorio e siede ad una consolle, dotata di un monitor, dalla quale, attraverso un sistema complesso, comanda il movimento dei bracci robotici.

A questi vengono fissati i vari ferri chirurgici, pinze, forbici, dissettori, che un’equipe presente al tavolo operatorio provvede ad introdurre nella cavità sede dell’intervento.

L’impiego dei bracci meccanici ha il vantaggio di consentire una visione tridimensionale con un’immagine più ferma, e di rendere le manovre più delicate e fini anche perché gli strumenti sono articolati alla estremità distale.

Chirurgia Robotica: l'Unità di Urologia del Miulli Centro di Riferimento Nazionale

Sistema robotico ‘Da Vinci’ – Ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti

È una chirurgia complessa ma dal sicuro avvenire. Si può ipotizzare infatti che essa consentirà, con lo sviluppo delle esperienze, il diffondersi delle apparecchiature ed il miglioramento dei sistemi di telecomunicazione e telematici, di operare a distanze sempre maggiori.

Se si pensa che oggi, dai centri spaziali, è possibile azionare dei robot inviati sulla luna o più lontano, non è difficile credere che diventerà usuale operare da una parte all’altra della terra mettendo a disposizione di tutti le migliori e più specifiche professionalità.

L’Unità Operativa di Urologia Robotica del Miulli

L’Unità Operativa dispone di 42 posti letto di degenza attivati, in stanze a due posti con aria climatizzata e servizi igienico sanitari autonomi, bagno in camera, televisione e predisposizione per internet.

Dispone di stanza per portatori di handicap con bagno dedicato.

Posto letto di Day Surgery.

L’Unità Operativa di Urologia é situata al secondo piano dello stesso Ospedale cromaticamente distinguibile dal colore verde.

Nello stesso piano sono situati i Servizi Urologici, la Litotrissia Extracorporea, gli Ambulatori specialistici di follow up oncourologico, Sala endoscopica diagnostica ed interventistica dotata di apparecchio Rx mobile, Andrologia, Infertilità maschile, Ecografia uro-andrologica, Biopsie prostatiche.

L’Unità Complessa di Urologia è centro di riferimento nazionale della Chirurgia Robotica Laparoscopica e Mininvasiva.

Come accedere alla Unità Operativa

E’ possibile accedere ai servizi della Unità Operativa tramite prenotazione presso il Centro Unico di Prenotazioni (CUP) per l’ambulatorio di I livello, attivo il martedi e mercoledi.

Inoltre è possibile contattare i singoli medici dello staff per eseguire prestazioni in attività libero professionale

Potrebbero interessarti anche...

Shares