Il sindaco contro i sacerdoti: “Derattizzate le zone vicine all’ospedale”

Shares

Davide Carlucci in un post denuncia le condizioni in cui versano i vecchi plessi dell’ospedale cittadino. “Ancora una volta ho dovuto chiedere all’ente ecclesiastico di provvedere alla derattizzazione dei vecchi plessi dell’ospedale Miulli. È triste dover constatare che quello che un tempo era il vanto e il cuore produttivo della nostra città, oggi è un problema di igiene pubblica”. Lo scrive in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, il sindaco di Acquaviva delle Fonti, Davide Carlucci riferendosi al nosocomio cittadino. “L’Ente ecclesiastico farebbe bene a cedere alla Regione gli immobili a un prezzo congruo, che tenga conto, cioè, anche della storia “pubblica” di quegli edifici, ereditati da un avvocato benefattore che voleva il patrimonio ospedaliero al servizio dei poveri e degli infermi della comunità”, suggerisce Carlucci. “Continuerò a insistere con Michele Emiliano affinché non dimentichi che questa è la priorità delle priorità in un paese che ha vissuto il trasloco della principale risorsa del paese a cinque chilometri dall’abitato, una scelta condizionata forse da interessi privati di taluni”, aggiunge e annuncia: “Nei prossimi giorni parteciperò a un nuovo sopralluogo, speriamo che si realizzi quello che vorrebbe il buon senso, e cioè che i locali che si libereranno grazie al trasferimento della Forestale nei locali messi a disposizione dal Comune a Scappagrano, siano oggi a disposizione del centro di salute mentale e degli altri uffici Asl che necessitano di una nuova sede”.

Sorgente: Il sindaco contro i sacerdoti: “Derattizzate le zone vicine all’ospedale”

Potrebbero interessarti anche...

Shares