Ritrovato e restituito al proprietario un trattore “sparito” negli scorsi giorni a Acquaviva

Shares

E’ stato ritrovato e restituito al legittimo proprietario un trattore “sparito” negli scorsi giorni a Acquaviva.

foto meramente illustrativa : www.tvsette.net

Era “nascosto” a Cassano, ad una manciata di chilometri da dove era stato rubato. A rendere possibile il ritrovamento è stata la diligenza di due guardie giurate dell’Istituto di Vigilanza privata “La Fonte” di Acquaviva che, nel corso di una ordinaria attività di pattugliamento in località “Macchia”, verso le 22,30, si sono insospettite scorgendo il mezzo lavorare nelle campagne a quell’ora.

Per questa ragione, i due Vigilanti hanno tentato di avvicinarsi per un controllo ma, alla vista degli agenti, il conducente del trattore è sceso precipitosamente dal mezzo agricolo e si è dileguato a piedi scomparendo nelle campagne.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Altamura che, effettuati i controlli del caso, hanno appurato che il mezzo risultava asportato proprio ad Acquaviva, in danno di un agricoltore del posto.

Rimosso e sottoposto ai rilievi tecnici, il trattore è stato poi restituito al legittimo proprietario che non ha mancato di esprimere soddisfazione e riconoscenza per l’operato dei Vigilanti e dell’Arma.

Le indagini proseguono con l’obiettivo di individuare il fuggitivo, presumibile autore del furto.

Quello dei trattori rubati rappresenta un fenomeno che sta diventando anche da noi una odiosa e preoccupante piaga per gli agricoltori.

Normalmente i malviventi agiscono di notte e, spesso, riescono a trasferire i mezzi nell’est Europa e su altri mercati esteri bisognosi di innovazione, ottenendo, attraverso alcuni escamotage, una nuova immatricolazione.

Le modalità del furto in genere non sono complesse: i ladri salgono a bordo, mettono in moto in tutta tranquillità e spariscono alla guida del trattore.

Questo perchè, specie nei mezzi di fabbricazione meno recente, non è previsto alcun sistema di sicurezza.

Potrebbero interessarti anche...

Shares