Time Zones 2018: “full immersion” dedicata alle percussioni

Shares

Si è svolto ieri ad Acquaviva delle Fonti nel cortile di Palazzo De Mari uno splendido concerto per sole percussioni.

Il concerto è stato realizzato nell’ambito del Festival TIME ZONES 2018 in collaborazione con WORLD PERCUSSION MOVEMENT all’interno di MUSICOFILIA, una rassegna organizzata da TIME ZONES costituita da incontri, workshop e seminari con musicisti ed esperti in ambito musicale e non solo.

Time Zones 2018: “full immersion” dedicata alle percussioni

Time Zones 2018: “full immersion” dedicata alle percussioni

La rassegna ha visto in mattinata presso l’Aula Magna del Liceo Musicale “Don Milani” un workshop a cura dei maestri del WORLD PERCUSSION MOVEMENT Filippo Lattanzi, Francesco D’Aniello e Nuno Aroso.

La “full immersion” dedicata alle percussioni lignee su tecniche di esecuzione e scrittura per questi strumenti ha visto la partecipazione di un ospite d’eccezione come il Maestro NUNO AROSO (Portogallo), percussionista, compositore e docente universitario.

Aroso è uno dei più attivi solisti di musica contemporanea, noto per il suo lavoro di ricerca musicale, per le sue numerose incisioni discografiche e per le sue esibizioni solistiche o in ensemble in tutto il mondo. Insieme a Lattanzi e Aroso.

In serata il concerto ha visto una folta presenza di pubblico ammaliato dalle musiche di Jacob Ter Veldhuis, Steve Reich, John Cage, Iannis Xenakis, Thomasz Golinsky eseguite magistralmente da Filippo Lattanzi, Francesco D’Aniello e chiaramente con ospite d’onore Nuno Aroso, era presente anche il docente di strumenti a percussione del “Don Milani” FRANCESCO D’ANIELLO straordinario musicista, il tutto naturalmente “accompagnato” dal Visual del video mapping del VJ pugliese PIT CAMPANELLA.

 

Il calore del pubblico ha permesso ai musicisti di interagire con esso, coinvolgendolo e trasformandolo in protagonista invitandolo a suonare su una partitura del Maestro Aroso con rumori e battito di mani a simulare la pioggia leggera, normale e in tempesta .

Molto bella anche l’esecuzione di “Clapping” di Steve Reich, scritta per mani e dove gli strumenti e i tempi sono legati al ritmo portato dal battere delle mani, davvero straordinaria, e infine per finire una splendida jam session insieme ai ragazzi che avevano partecipato al workshop sulle percussioni la mattina presso il Liceo Don MIlani.

Davvero un inaspettato bellissimo concerto che ha visto un numeroso pubblico attento e partecipativo, un piccolo gioiellino da replicare.

Daniele Trevisi

"Grandi" applausi x Time Zones 2018 ad Acquaviva…..

Potrebbero interessarti anche...

Shares